Le previsioni per il mercato globale del fotovoltaico relative al 2012 non sono allarmanti e il settore si manterrà stabile, con vendite che dovrebbero sfiorare i 27 GW di potenza. Ne sono convinti gli analisti che hanno partecipato alla quarta edizione di Italian PV Summit, conferenza che si è svolta ieri a Verona e che precede di due giorni il SolarExpo, che inizia domani.

Secondo Paolo Frankl, a capo della divisione rinnovabili dell’International Energy Agency (IEA), il 2012 sarà un anno di transizione per il fotovoltaico:

L’Italian PV Summit 2012 si svolge in una fase di transizione molto delicata e complessa per il settore del fotovoltaico mondiale in cammino verso l’eta’ matura e la grid parity

Stefan De Haan, altro esperto del settore e autore di molti studi sul mercato fotovoltaico, ha parlato di prospettive discrete:

Nonostante una crescita mondiale considerevole del settore nel 2011 con 27,6 GW installati e molti cambiamenti in corso nelle legislazioni nazionali soprattutto di mercati leader europei, come Germania e Italia il mercato nel 2012 non crollerà, ma anzi le prospettive sono discrete, tanto da far ipotizzare un mercato di quasi 27 GW anche per l’anno in corso


Queste prospettive, va ricordato, sono a livello globale e includono le previsioni di sviluppo di mercati completamente nuovi e “vergini” per il fotovoltaico, come quelli dei Paesi in via di sviluppo. Non vanno affatto confuse con le pessime previsioni 2012 riferite al mercato nazionale italiano dove, secondo gli esperti, quest’anno ci sarà un crollo del fatturato da 21 a 11 miliardi di euro.

8 maggio 2012
Fonte:
Lascia un commento