Menu vegano nelle mense pubbliche siciliane. È questo il contenuto del disegno di legge messo a punto dal Movimento Cinque Stelle e presentato durante l’Assemblea Regionale Siciliana. Disposizioni per l’alimentazione di vegani e vegetariani nei servizi di ristorazione pubblici e indicazioni relative alle coperture necessarie per garantire le innovazioni e i maggiori costi previsti.

Garantire un’offerta di menu vegani e vegetariani è ormai un obbligo secondo quanto sostiene la vice capogruppo del M5S Valentina Zafarana. Un cambiamento ignorato dalle istituzioni regionali e nazionali, una possibilità di scelta che rappresenta un diritto inalienabile secondo la deputata Cinque Stelle:

Questa legge interesserà le mense degli asili nido, delle scuole materne e delle scuole statali pubbliche di primo e secondo grado, università statali, aziende ospedaliere, aziende sanitarie provinciali e altri enti pubblici che gestiscono servizi di mensa e di ristorazione collettiva pubblica. Vogliamo che siano garantiti, ad un grande numero di bambini e adulti, il diritto di scelta e un’alimentazione più sana a costi contenuti.

Un cambiamento quello legato all’alimentazione vegana e alla cucina vegetariana che ormai è stato avviato nel Paese e che coinvolge un numero crescente di persone, tale da non poter più essere ignorato, come conclude Zafarana:

In Sicilia, come in Italia del resto, il numero di persone che per ragioni etiche o igieniche ha adottato una dieta vegetariana o un’alimentazione biologica è in costante aumento e sta diventando una percentuale notevole della popolazione. Non possiamo permettere che tale popolazione, in costante crescita, risulti penalizzata, essendo già stata dimenticata dai legislatori regionali e nazionali che mai hanno preso in esame la possibilità di garantire l’opzione alimentare a chi non mangia carne o pesce, e cibo biologico a tutti coloro che lo richiedano. Ora è arrivato il momento, il presente disegno di legge persegue l’obiettivo di sostenere tutte le amministrazioni che offriranno cibi biologici e menù vegetariani nelle mense da loro gestite.

19 marzo 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
vivau, mercoledì 24 giugno 2015 alle9:11 ha scritto: rispondi »

il mio nido privato, mi sta mettendo alle strette dicendo che non posso più continuare nella mia scelta di non dare la carne al mio bimbo di 1 anno perché l'alimentazione non è equilibrata e lei è costretta a farsi fare un menù apposito!!!!!! a parte che sono la madre e decido io se mio figlio mangia la carne oppure no, e poi con quello che pago di retta te lo fai fare si il menù apposito!!! tra le altre cose, io non sono vegetariana, vorrei solo controllare l'alimentazione di mio figlio. Ora che ha fatto un anno da poco comincerò a dargli qualcosa ma comprerò solo carne biologica e controllata. Loro chissà dove la comprano la carne!! La trovo una cosa veramente ingiusta. :( oggi giorno anche le scuole pubbliche si sono adeguate alla scelta del menù..........sono davvero delusa e amareggiata.

Giulia, domenica 17 agosto 2014 alle20:03 ha scritto: rispondi »

Secondo me dovrebbe essere ovvio poter scegliere come alimentarsi se adulti o come alimentare i propri bambini,quindi ben vengano iniziative atte a garantire a tutti questo diritto. Non si parla di obbligare tutti a seguire una dieta vegan...

elena, venerdì 21 marzo 2014 alle19:19 ha scritto: rispondi »

salve io nn sono d'accordo che sia obbligatoria prima xche x la medicina tradizionale mediterranea nn è una dieta completa secondo perchè le persone devono avere la scelta di scegliere visto che la dieta alimentare della dieta mediterranea comprende cereali vegetali e frutta terzo io sono allergica alle verdure....fortuna che nn vivo in sicilia....

Lascia un commento