Quello del 25 aprile è soltanto uno dei tre ponti lunghi che costelleranno la primavera 2017. Un’occasione per dare vita a piacevoli giornate all’aria aperta assaporando gustose preparazioni cruelty-free. Qualche idea interessante arriva dai menu vegani studiati dallo chef vegan Gabriele Palloni per Probios.

=> Menu vegani per giornate all’aperto, scopri i consigli per il barbecue

Da qui all’estate si susseguiranno i ponti del 25 aprile, del 1 maggio e del 2 giugno con la possibilità, tempo permettendo, di mangiare all’aperto in piacevole compagnia. Dai suggerimenti di Probios e dello chef vegan Gabriele Palloni qualche idea per un pranzo o una cena differente.

Menu per il pic-nic

Di seguito le proposte per un menu da preparare in vista di un pic-nic vegan all’aperto. Gli ingredienti dei vari piatti sono tutti da intendersi per 4 persone.

Frittelle di fiori di glicine (o di acacia) con sciroppo di agave

  • Una tazza di fiori di Glicine (o di acacia);
  • 150 gr. di farina di ceci;
  • 50 gr. di farina di grano saraceno;
  • 50 gr. di farina di riso;
  • 1 pizzico di bicarbonato;
  • 1 cucchiaino di scorza di arancio grattugiata;
  • 1 cucchiaino di succo di arancio;
  • Olio extravergine di oliva;
  • Sciroppo di agave.

Prendere i fiori, privati dei rametti, e porli in un recipiente riempito con acqua fredda. Nel frattempo preparare una pastella utilizzando le tre farine indicate (ceci, grano saraceno e riso), l’olio extravergine d’oliva, il bicarbonato, il succo e la scorza dell’arancia e il sale. Il composto andrà amalgamato con acqua fredda fino a ottenere una consistenza cremosa, ma non troppo densa.

A questo punto scolare i fiori e aggiungerli alla pastella, ottenendo così il composto finale per dar vita alle frittelle vegane (da friggere in padella con olio ben caldo). Una volta cotte e scolate per bene dall’olio servirle con un pizzico di sale e accompagnate dallo sciroppo di agave.

Cous cous al profumo di mare con polpettine di alghe

  • 250 gr. di cous cous senza glutine;
  • 10 gr. di spaghetti di mare o alga wakame;
  • 3 zucchine;
  • 2 patate;
  • 1 spicchio di aglio;
  • 1 peperoncino;
  • 1 cucchiaino di scorza di limone grattugiata;
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere;
  • Brodo vegetale;
  • 1 cucchiaio di olio di semi di lino;
  • 50 gr. di farina di ceci;
  • 1 bicchiere di vino bianco;
  • 250 gr. di passata di pomodoro.

Il primo passo in questo caso è lasciare le alghe in acqua (temperatura ambiente) per un minimo di 30 minuti. A quel punto scolarle avendo cura di conservare il liquido, che verrà utilizzato per lessare le patate. Aspettando che le patate siano lessate si potrà procedere a un’altra preparazione, tritando le alghe unitamente all’aglio e alla scorza di limone.

Una volta pronte le patate andranno sbucciate e passate (o schiacciate con due forchette), unendovi la farina di ceci, l’olio di semi di lino e parte del trito di alghe. Si procederà a formare delle piccole sfere, da sistemare su una teglia munita di carta forno. Dovranno inoltre essere passate nella panatura senza glutine e condite con un po’ d’oliva extravergine d’oliva. La cottura prevede 25 minuti in forno a 180 gradi.

Durante questi minuti si provvederà a soffriggere il trito di alghe rimasto in poco olio d’oliva, bagnando col vino bianco e lanciando poi evaporare. A quel punto unire il pomodoro e fare ritirare a fuoco lento.

Fatto questo si prenderanno le zucchine e le si taglierà a quadretti piccoli, facendole saltare in padella con un po’ d’olio (lasciandole però croccanti). Ora versare il cous cous in una zuppiera e condirlo con peperoncino, sale, curcuma, due cucchiai d’olio d’oliva e il trito di alghe. Mescolare bene, aggiungere il brodo vegetale caldo e coprire.

Una volta completato l’assorbimento del brodo vegetale aggiungere le zucchine e mescolare nuovamente. A questo punto disporre il cous cous su un vassoio rotondo, condire con salsa di pomodoro e polpettine di alghe e decorare con del prezzemolo fresco tritato finemente.

Tortino di zucchine e fiori dal cuore filante

  • 150 ml di latte di soia;
  • Olio extravergine di oliva;
  • 15 gr di amido di Tapioca;
  • 4 zucchine;
  • 8 fiori di zucca;
  • 200 gr di farina di ceci;
  • Uno spicchio di aglio;
  • 1 pizzico di bicarbonato;
  • 1 cucchiaino di aceto di mele;
  • Olio extravergine di oliva;
  • Sale e Pepe.

Si comincia mescolando farina di ceci e bicarbonato, aggiungendo poi acqua fin quando la pastella risulti liscia e piuttosto liquida. A quel punto aggiungere un cucchiaio di olio, sale e pepe quanto basta, lasciando a riposare per circa mezz’ora. Questo tempo verrà impiegato per il lavaggio e la pulizia di zucchine e fiori, che andranno poi fatti rosolare in padella con olio EVO e aglio tritato finemente.

=> Leggi come seguire al meglio la dieta vegana

Sciogliere a quel punto l’amido di tapioca nel latte di soia, aggiungendo 50 ml di olio extravergine e un pizzico di sale. Versare il tutto in un pentolino e mettete sul fuoco, mescolandolo con una frusta finché l’impasto avrà cominciato ad addensarsi. A quel punto toglierlo dal fuoco.

Ora aggiungere le zucchine alla pastella insieme all’aceto di mele. Fare scaldare un cucchiaio d’olio in padella e poi versare metà del preparato, lasciandolo poi cuocere a fuoco lento per circa un minuto. A questo punto versare la crema filante, facendo in modo che ricorpra tutta la superficie, poi ricoprirla a sua volta con la pastella di ceci rimasta.

Fatto questo mettere un coperchio e lasciare in cottura a fuoco molto lento, su entrambi i lati, per circa 10 minuti. In alternativa può cuocere in forno a 180 gradi per 20 minuti. Da servire caldo.

Vasetto di crema ai Semi di Chia e Fragole

  • 400 ml di latte di mandorla;
  • 60 gr di semi di chia;
  • 2 cucchiai di sciroppo d’agave;
  • Fragole fresche;
  • Il succo di mezzo limone;
  • 1 cucchiaino di scorza di limone grattugiata;
  • 1 pizzico di semi di vaniglia;
  • Menta fresca.

Il primo passo in questo caso è la pulizia delle fragole, che andranno tagliate a fette (ad eccezione di alcune, da lasciare intere per la decorazione finale). Condire le fragole affettate con succo di limone e un cucchiaio di sciroppo di agave.

Si passerà ora alla preparazione della crema, mescolando bene latte di mandorle e semi di Chia. Aggiungere anche il rimanente cucchiaio di sciroppo di agave, la vaniglia e la scorza di limone grattugiata. A questo punto versare nei vasetti di vetro alternato crema e fette di fragole.

Da lasciare riposare almeno 3 ore in frigo, anche se è preferibile prepararlo il giorno prima. Aggiungere una fragola intera in cima come decorazione, magari unitamente a una foglia di menta, e servire direttamente nel vasetto.

25 aprile 2017
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento