Natale porta in dono le feste e un po’ di tepore casalingo, per quanto la crisi incida sul paniere dalla spesa nulla potrà contro la voglia di condividere del tempo di qualità con i propri cari. L’atmosfera impone gioia e felicità ma, anche se questo è un Natale meno sfavillante, è possibile accantonare il grigio quotidiano anche solo per poche ore. Magari concentrando sforzi e fatiche sulla produzione di un menù natalizio vegetariano semplice ma gustoso, che possa accontentare le esigenze del momento regalando nutrimento e bontà.

L’ingrediente più importante non è quello più costoso, ma è gratuito come la voglia di stare insieme con i propri cari. Non importa che siano familiari, compagni o amici a due o quattro zampe, l’atmosfera di Natale nasce dalla voglia di spartire un po’ relax. E per questo giorno vogliamo proporvi un menù vegetariano economico che rispetti il concetto del chilometro zero, favorendo l’acquisto di pochi prodotti ma sani e con un basso impatto ambientale.

Per gli antipasti suggeriamo piccoli piattini di prelibatezze stuzzicanti come le polpette vegetariane, i finger food composti da mini tramezzini con formaggio, maionese e verdurine tagliate à la julienne, o ancora speziati falafel e per i più piccoli degli scoppiettanti popcorn fatti in casa. Senza dimenticare le classiche ciotoline ricolme di olive, verdure sott’olio, capperi al sale e salatini vari.

Per i primi piatti il cesto della spesa di stagione garantisce molte scelte saporite e interessanti, così da creare ottime ricette golose. Un toccasana per il corpo come il cavolo nero non può certo mancare sulla tavola di Natale, per una pasta o una zuppa piena di bontà, oppure una coloratissima e intrigante paella. Ma se volete cimentarvi con la pasta fatta in casa le ricette più indicate sono i maltagliati con sugo di funghi, e le sempreverdi lasagne magari declinate al radicchio.

Se vi resta dello spazio ecco serviti i secondi, sempre in linea con un menù totally green: tortillas vegetariane per un tocco messicano, una pizza biologica rigorosamente fatta in casa, degli sfiziosi hamburger cruelty free fino a una rivisitazione non priva di bontà del sushi.

Per rimanere in terra nipponica è possibile accompagnare i secondi con una serie di contorni molto ricchi come un tempura di verdure con una pastella light, degli involtini con melanzane conditi con poco olio, le immancabili patate al forno accompagnate da pomodori, fino alla corposa ratatouille. E per ripulire e fare una piccola pausa un piatto d’insalata e uno di formaggi light, da servire con marmellata fatta in casa.

Per concludere lasciate un piccolo spazio per i dolci che non possono certo mancare sulla tavola di Natale. Semplici invitanti muffin, da realizzare sia in versione dolce che salata, caramelle handmade per i piccini di casa, morbidi e soffici pancakes, torte vegetariane e un classico di sempre: il panettone da realizzare con le proprie mani.

Infine spazio alla frutta secca e di stagione, qualche brindisi con bollicine frizzanti rigrosamente made in Italy e un po’ di relax sul divano per gustare i biscotti al pan di zenzero e il torrone: tutto rigorosamente creato da voi.

23 dicembre 2013
Lascia un commento