Menta, proprietà curative e consigli utili

La menta è una delle più conosciute e apprezzate erbe aromatiche conosciute dall’uomo. I suoi usi sono molteplici e vanno dalla preparazione di cibi e bevande, più o meno alcoliche, fino all’impiego nell’igiene orale e per la pulizia in generale. Molte sono inoltre le sue proprietà curative che la rendono un ottimo rimedio naturale.

Nella menta sono contenute alcune vitamine, minerali e altre sostanze molto importanti per l’organismo. Tra queste troviamo, in differenti quantità, la vitamine A, B, C e D così come calcio, fosforo, potassio, magnesio, rame, sodio e manganese, fibre, proteine e aminoacidi. Dal suo estratto si ricava inoltre il mentolo, del quale le autorità sanitarie consigliano un uso controllato.

Uno dei vantaggi della menta è l’ampia varietà dei suoi possibili utilizzi, che vanno dalla semplice e pratica formula dell’infuso o tisana, disponibili in erboristeria o in alcuni prodotti da banco confezionati, all’impiego in alcune più o meno elaborate preparazioni culinarie. Da non dimenticare il ricorso alle sue foglie per aromatizzare alcuni cocktail, non necessariamente alcolici.

Utilizzata alle volte in abbinamento con l’eucalipto, la menta rappresenta un ottimo aiuto per quanto riguarda la cura naturale della tosse e dei sintomi da raffreddamento. La sua azione decongestionante e balsamica aiuta a fluidificare il muco consentendo una migliore respirazione.

Molto nota è anche la sua azione antisettica e antivirale, per la cura soprattutto dell’apparato gastrointestinale. Questo grazie alla presenza al suo interno di un buon contenuto di polifenoli. Sconsigliata però in alcuni casi, come ad esempio l’eccessiva acidità di stomaco e il reflusso gastroesofageo, poiché può favorire una maggiore produzione di acidi gastrici.

Azione che può tuttavia risultare positiva, qualora il problema non sia l’eccessiva presenza di acidi nello stomaco, ma una digestione piuttosto laboriosa. Possiede inoltre proprietà antispasmodiche e favorisce la risoluzione di coliche intestinali. Utile anche per bloccare la nausea provocata dal mal d’auto.

Utile anche in alcune tisane dal chiaro carattere rilassante per via delle sue proprietà sedative, può aiutare a combattere l’alito cattivo utilizzandola come ingrediente base per un colluttorio naturale. Ne bastano circa 5 grammi di foglie essicate lasciate in infusione per 10 minuti in 100 ml d’acqua. Una volta raffreddato il tutto e filtrato, il preparato sarà pronto per essere utilizzato.

10 dicembre 2013
Lascia un commento