Walmart, la più grande catena di retail del mondo, ha annunciato di voler ridurre le emissioni di gas serra di 20 milioni di tonnellate entro il 2015 lungo tutta la sua rete di fornitori e negozi.

Il taglio previsto sarebbe maggiore della quantità totale di emissioni di CO2 ed equivarrebbe al risparmio ottenuto non facendo circolare per un intero anno 3,8 milioni di automobili.

Il piano della multinazionale Usa sarà portato avanti concentrandosi inizialmente sui centri che producono il più alto livello di biossido di carbonio.

Grazie alla collaborazione con una serie di enti e società specializzate, come Environmental Defense Fund (EDF) o Applied Sustainability Center (ASC) dell’Università di Arkansas, Walmart sarà in grado di sviluppare un approccio per diminuire le emissioni considerando tutto il ciclo di vita del prodotto e con uno sguardo rivolto alla dimensione globale della supply chain.

Lo scorso anno, l’azienda ha introdotto un indice di sostenibilità che consente di classificare i suoi prodotti in base ad una serie di fattori comprendenti emissioni di anidride carbonica e quantità di acqua utilizzata. Cinque anni fa, invece, è stata adottata una strategia per realizzare Rifiuti Zero, vendere prodotti più ecologici e passare all’uso di fonti rinnovabili di energia.

2 marzo 2010
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
marta, martedì 2 marzo 2010 alle11:27 ha scritto: rispondi »

scusi, ma non si scrive con una sola "L"? c'è pure la foto dell'insegna......

Lascia un commento