Melograno: proprietà e benefici

Il melograno è un arbusto in grado di produrre frutti dall’aspetto molto particolare. Una caratteristica espressa anche nel nome “melo-grano”: tradotto dal latino “malum” e “granatum”, in italiano corrisponde a “mela con semi”. Le sue origini sono ricondotte alla regione che comprende l’Iran, il Nord Africa e la parte occidentale dell’Asia.

La definizione botanica di melograno è Punica Granatum e oltre alle regioni già citate e la sua coltivazione è estesa anche in Paesi come il Messico e Stati Uniti. In Italia questo piccolo arbusto è coltivato perlopiù a fine ornamentali. I suoi frutti sono tuttavia dei rimedi naturali molto apprezzati.

Proprietà naturali

I chicchi della melagrana sono ricchi di sostanze nutritive, malgrado siano allo stesso tempo poveri di calorie: appena 52 ogni 100 grammi. Questo grazie alla sua abbondante porzione di acqua, pari all’80% del totale. Sono presenti in varia misura, per il restante 20%: zuccheri per il 13%, fibre tra il 3 e il 4%, proteine (1%) e grassi tra 0,5 e 1%).

I frutti del melograno sono una buona fonte di vitamina C (20 mg per ogni 100 grammi di frutto) e di potassio (250 mg/100 gr.), oltre a vantare la presenza di ferro, magnesio, sodio e tracce di manganese, rame e zinco.

Benefici per la salute

Molti dei benefici per la salute offerti dal melograno provengono non dal suo frutto, la melagrana o balausta, ma dalla corteccia e dai fiori. I entrambi sono presenti ad esempio elevate quantità di tannini, circa il 28% del totale, tra cui spiccano acido gallico e acido ellagico. Queste sostanze si rivelano utili in caso di emorragie intestinali e vaginali.

L’elevato contenuto di tannini permette di utilizzare corteccia e scorza del frutto per la preparazione di decotti contro la diarrea. Vantano invece proprietà diuretiche, seppur non particolarmente efficaci, i semi di melagrana.

Alcuni studi hanno associato alla pellettierina contenuta nella corteccia delle proprietà paralizzanti per quanto riguarda i parassiti intestinali, in modo particolare per quanto riguarda le due tipologie di tenia che possono colpire l’uomo (Tenia solium e Tenia saginata).

La particolare presenza nel frutto di vitamina C e polifenoli dona infine al melograno proprietà antiossidanti oltre che vasoprotettrici, gastroprotettrici e antitrombotiche.

>> Ricetta della Marmellata di Melograno

11 novembre 2015
Immagini:
Lascia un commento