Meduse: ricche di proteine, cibo del futuro secondo esperti italiani

Tra non moltissimo tempo nei banchi dei supermercati e delle nostre pescherie potremo trovare delle meduse. Non è uno scherzo, la biologa Antonella Leone, dell’Istituto di Scienze delle Produzioni Alimentari del Cnr, ha spiegato che i prodotti lavorati a base di meduse arriveranno prestissimo sulla nostra tavola.

A oggi la Legge Europea che prevede la commercializzazione di cibi tradizionali provenienti da Paesi Terzi ci permette di mangiare meduse provenienti dal Giappone, ma dal primo gennaio potremo mangiare anche quelle nostrane. Anche se il pensiero di mangiare questo animale ci fa rabbrividire è probabile che negli anni le cose cambino come sono cambiate per il sushi, che oggi troviamo commercializzato normalmente nei nostri supermercati.

=> Leggi scheda e curiosità riguardo le meduse

Inoltre le meduse sono un alimento considerato superfood, ossia ricco di proprietà nutritive e facilmente reperibile. La dottoressa Leone ha spiegato che il passo di mangiare le meduse si farà a breve e si tratta solo di informazione. È importante quindi conoscere meglio le qualità delle meduse che non sono tossiche e abituare le persone all’idea di mangiare le meduse.

=> Dal 2018 insetti in vendita nei supermercati, ecco perché

Insieme alla dottoressa Leone, anche lo zoobiologo dell’Università del Salento Stefano Piraino sottolinea come le meduse siano una risorsa eco-sostenibile e una fonte di proteine eccellente. Negli ultimi anni i due ricercatori hanno cercato di estrarre le sostanze bioattive delle meduse e, visto l’aumento di questi animali nel nostro mare, l’idea di sfruttare a 360 gradi questi “regali” del Mediterraneo è stata considerata come un’occasione da non perdere.

28 settembre 2017
Lascia un commento