La Mazda 2 EV, conosciuta su alcuni mercati come Mazda Demio, si prepara per il debutto sul mercato, portando il marchio giapponese tra i nomi dei costruttori impegnati nel settore dei veicoli a zero emissioni. La berlina compatta in versione elettrica di Mazda debutterà entro l’anno sul mercato interno, per poi arrivare, con ogni probabilità, anche nei principali mercati occidentali nei mesi seguenti.

La Mazda 2 EV sarà commercializzata in Giappone a ottobre ma non sarà distribuita ai clienti privati tramite le classiche forme di acquisto, dato che i vertici del gruppo hanno scelto il leasing come metodo di distribuzione. La Demio elettrica sarà così data in consegna a circa 100 clienti istituzionali e aziendali scelti direttamente da Mazda e localizzati nella regione di Chugoku. La decisione dà l’idea di come il costruttore giapponese sembri voler testare l’impatto che la sua vettura potrebbe avere sul mercato, per decidere poi, in un secondo momento, di distribuirla capillarmente anche ai clienti privati eventualmente interessati.

La Mazda Demio EV punta su una dotazione tecnica che fa leva sul motore elettrico da 102 cavalli e 150 Nm di coppia massima, mentre l’autonomia fornita dalle batterie agli ioni di litio da 20 kWh di cui è dotata raggiunge circa 200 chilometri. I tempi di ricarica prevedono un massimo di otto ore per un pieno di energia completo effettuato da una presa di 200 volt, mentre utilizzando un impianto veloce occorrono quaranta minuti.

Lo spazio a bordo nella Mazda 2 elettrica, come anche nelle varianti alimentate a benzina e diesel, non manca e consente di ospitare con discreta comodità fino a cinque passeggeri. Immutata è anche la linea, che si presenta ben proporzionata e abbastanza filante, con soluzioni estetiche che risultano in grado di soddisfare i gusti dell’esigente pubblico europeo. Rimane ovviamente da stabilire il prezzo, ma il listino pubblicato in Giappone corrisponde a circa 36.000 euro.

9 luglio 2012
Fonte:
I vostri commenti
Mario Oz, lunedì 9 luglio 2012 alle21:19 ha scritto: rispondi »

Le auto elettriche continuano a costare troppo. Chiaramente non le si vuole vendere. L'automobile continua ad essere un gadget. A me piacerebbe moltissimo una vera auto elettrica a basso costo, spartana ed efficiente. Chi avrà il coraggio di assemblarla per venderla davvero?

Lascia un commento