Gli esami di maturità possono essere una prova importante non soltanto per quanto riguarda il percorso di studi. Affrontare un periodo particolarmente stressante, per la mente come per il fisico, spesso comporta un notevole dispendio di energie e risorse preziose.

Seguire un’apposita dieta per la maturità e tenere sotto controllo lo stress sono due chiavi importanti che possono permettere di arrivare agli esami finali con la mente più fresca e una preparazione migliore. Questo poiché per memorizzare le informazioni al meglio l’organismo ha bisogno di essere al massimo della sua efficienza e di evitare il più possibile la condizione di stress cronico.

Dieta per la Maturità

Cibi freschi, frutta e verdura soprattutto, pasta, riso, uova bollite e miele, ma anche qualche dolce ogni tanto sono tra gli alimenti consigliati durante la preparazione dell’esame di maturità, come sottolineato in questi anni anche da Coldiretti.

Si tratta in buona parte di alimenti che favoriscono una migliore qualità del sonno, essenziale per preparare al meglio gli esami e affrontare con più energia le giornate. Sono bandite invece bevande come il caffè e gli alcolici, ma anche cibi grassi come le patatine fritte in busta o ricchi di conservanti o di sodio come sale, curry, pepe e paprika.

Spazio a pane, pasta, riso e orzo, così come consigliato è il consumo di lattuga, radicchio, rape, cavolo, aglio e cipolla. Sì anche a formaggi freschi e yogurt, come al consumo serale di carne, pesce e legumi (grazie al contenuto di triptofano, che favorisce la sintesi di serotonina).

Alla sera sono consigliati anche infusi rilassanti con un cucchiaino di miele, da aggiungere in alternativa a un bicchiere di latte caldo. A fine pasto consigliata della frutta dolce, mentre sarà possibile concedersi, sempre senza esagerare, anche un piccolo “dessert”.

Stress e memoria

Camomilla e valeriana sono due ottimi rimedi naturali per la preparazione di un infuso rilassante. Possibile aggiungere anche un cucchiaino di miele, una volta però che la tisana si sia raffreddata un po’ e risulti bevibile (altrimenti verranno intaccate le proprietà benefiche del miele).

Altri due rimedi naturali efficaci per rilassarsi sono melissa e passiflora, come la valeriana disponibili in erboristeria o in alcune tisane già pronte. Sono infusi consigliati perlopiù alla sera, così da favorire un sonno fisiologico e ristoratore.

Al mattino sono invece consigliati il ginseng, che agirà da energizzante naturale aiutando ad affrontare meglio le situazioni stressanti, così come una spremuta d’arancia, utile a migliorare secondo i ricercatori della Reading University le funzioni cognitive fino all’8%.

Due veri e propri toccasana per la memoria sembrano tuttavia essere rosmarino e tisana alla menta. Quest’ultima in particolare stimolerebbe, secondo i ricercatori della Northumbria University, le funzioni cognitive e mnemoniche.

24 giugno 2016
Lascia un commento