Mattoncini Lego per alberi e cespugli, in plastica vegetale dal 2018

Primi mattoncini Lego in plastica di origine vegetale dal 2018. Questo l’annuncio della nota azienda, che ha confermato l’arrivo entro l’anno di elementi botanici (foglie, alberi e cespugli) realizzati con l’impiego di polietilene, plastica morbida e resistente ottenuta attraverso la lavorazione dello zucchero di canna.

L’utilizzo di plastica di origine vegetale nei mattoncini Lego rappresenta un passo verso il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità fissati dalla compagnia al 2030. Così ha commentato Tim Brooks, vice presidente e responsabile della Sostenibilità ambientale del Gruppo LEGO:

L’obiettivo del Gruppo LEGO è quello di avere un impatto positivo sul pianeta, e stiamo lavorando molto per sviluppare nuove materie sostenibili da utilizzare per la realizzazione di fantastici giochi per bambini. Siamo orgogliosi perché i primi elementi LEGO realizzati con materie plastiche ecosostenibili sono già in produzione e quest’anno saranno presenti nei set LEGO. Si tratta di un primo grande cambiamento e passo avanti verso il nostro obiettivo: produrre mattoncini LEGO utilizzando materie sostenibili.

=> Leggi di più sull’utilizzo da parte di Lego di 100% energie rinnovabili

Come sottolineato dall’azienda in un comunicato i mattoncini sostenibili in polietilene rappresentano l’1-2% del totale di produzione Lego, e sono ricavati dall’etanolo ottenuto da canna da zucchero proveniente da fonti che rispetto i criteri di conformità della Bioplastic Feedstock Alliance (BFA) e sono certificati in base alla normativa della Catena di Custodia dell’associazione Bonsucro per un uso responsabile della canna da zucchero.

=> Leggi l’annuncio Lego di stop ai mattoncini in plastica fossile

I fornitori di Lego dovranno rispettare il Codice di Condotta del Gruppo LEGO, che prevede requisiti per gli standard etici, ambientali e in materia di salute. Previsti inoltre studi per la valutazione dell’impatto ambientale generato dalla produzione dei nuovi mattoncini. Positivo il commento di Alix Grabowski, senior program officer WWF:

È essenziale che le aziende di ogni settore trovino il modo di reperire in modo responsabile i propri materiali e contribuiscano a garantire un futuro in cui le persone, la natura e l’economia prosperino. La decisione del Gruppo LEGO di individuare bioplastiche sostenibili rappresenta un’incredibile opportunità per minimizzare la dipendenza dalle risorse limitate, e grazie alla collaborazione tra la Bioplastic Feedstock Alliance e altri partner si continuerà a pensare in modo creativo alla sostenibilità.

1 marzo 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento