La prostata è una ghiandola maschile posta sotto la vescica: la sua funzione è quella di produrre liquido seminale e nutrimento agli spermatozoi, nonché è importante nel processo di eccitazione sessuale. Con l’età la prostata si ingrossa: a questa evoluzione sono collegati problemi di varia natura, dalle difficoltà erettili al disturbi della minzione, fino ad arrivare ai tumori. Secondo alcune teorie, il massaggio prostatico può alleviare alcuni dei disagi provati.

Il massaggio alla prostata di sicuro non può prevenire il cancro, ma la mantiene comunque in buona salute, favorendo il flusso sanguigno e l’ossigenazione dei tessuti. Due le modalità: interna ed esterna, così come di seguito spiegato.

Massaggio prostatico interno

Uomo seduto

Smiling young man sitting on his bed while looking at the camera via Shutterstock

A livello anatomico, la prostata si trova poco sotto la vescica e può essere perciò tastata per via rettale: è questa la modalità principale con cui viene esaminata in ambito urologico e andrologico, per vagliarne le dimensioni e l’eventuale ingrossamento. Il massaggio prostatico si avvale di simili procedure, produce effetti differenziati e richiede un’adeguata preparazione.

  • Intestino: per massaggiare la prostata dall’interno è fondamentale che sia inserito nell’ano un dito o uno strumento dalle forme affini, poiché la ghiandola viene percepita come una protuberanza proprio a pochi centimetri di profondità nel retto. L’operazione può stimolare la peristalsi intestinale e, proprio per questo, si consiglia in genere l’evacuazione prima di sottoporsi al trattamento;
  • Massaggio con sonda: per raggiungere al meglio la zona da trattare, a volte può rendersi necessario il ricorso a una speciale sonda, sufficientemente flessibile affinché possa adattarsi alle forme del retto. Dalla superficie morbida e arrotondata, haforme e meccanismi di funzione pensati specificatamente per stimolare i muscoli del perineo, i quali avvolgono proprio la ghiandola. Ovviamente, data la delicatezza della zona, si dovrà trattare sempre di materiale disinfettato, a temperatura corporea e opportunamente lubrificato;
  • Modalità ed effetti del massaggio: sia che venga eseguito manualmente o con l’aiuto di uno strumento, il massaggio prostatico deve avvenire sempre in massima sicurezza. L’inserimento dovrà essere delicato, inoltre può essere richiesta l’assunzione di una posa – ad esempio sdraiati sul fianco, con le ginocchia lievemente piegate – che possa agevolare l’operazione. Gli effetti della procedura sono variegati e coinvolgono sia la sfera del benessere che quella del piacere. Innanzitutto, il massaggio – quando indicato da uno specialista – può agevolare alcune condizioni di ingrossamento e gonfiore, aiutando la ghiandola a riassorbire e drenare i liquidi accumulati e riducendo le infiammazioni. Non ultimo, essendo un elemento fortemente connesso all’apparato riproduttore maschile, il trattamento può incentivare il piacere fisico, aiutando anche la risoluzione dei deficit erettivi.

Massaggio prostatico esterno

Il perineo, noto anche come punto G maschile (o punto L), è un tessuto esterno altamente sensibile che si trova tra scroto e ano. La tecnica di massaggio esterno del perineo, proprio per la sua natura poco invasiva, è consigliata per quegli uomini che non si trovano a loro agio con la stimolazione interna. Eseguito da seduti, in piedi o nella posizione preferita, comporta solitamente l’uso di oli da massaggio – come quello alle mandorle dolci – e prevede dei movimenti delicati delle dita sulla zona, con pressioni differenziate.

Benefici dei massaggi

Coppia a letto

Portrait of happy young couple under blanket looking at camera via Shutterstock

Così come già accennato, il massaggio prostatico – interno ed esterno – può apportare benefici sia a livello di salute della ghiandola che incentivare una maggiore conoscenza delle proprie funzioni sessuali. Sul versante della salute, si rilevano:

  • Miglioramenti nell’afflusso di sangue alla ghiandola e al perineo;
  • Riduzione dei problemi connessi all’ingrossamento della prostata e le conseguenze che ne conseguono, soprattutto in termini di controllo della minzione e del dolore rettale;
  • Collabora nel ridurre i deficit erettivi;
  • Può stimolare il riassorbimento dei liquidi in eccesso sedimentati e ripristina la normale produzione della ghiandola.

Su quello più specifico del piacere, si elenca:

  • Una migliore conoscenza del proprio corpo e delle funzionalità dell’apparato riproduttore, una conoscenza che nell’uomo è quasi sempre limitata ai genitali esterni;
  • Migliora l’atto sessuale e favorisce il raggiungimento del piacere;
  • Stimola una migliore intimità con il partner, dilungando la fase dei preliminari.

22 settembre 2014
I vostri commenti
Giovanni, sabato 15 ottobre 2016 alle6:49 ha scritto: rispondi »

Salve vorrei alcuni consigli sul acquisto del massaggiatore prostatico,ho 58 anni ma la mattina ho sempre problemi a orinare in quanto la prostata si e ingrossata,prendo una pastiglia la sera ma non posso stare tutta la vita con questi farmaci anche perché alla fine il corpo si abitua e non funzionerà sicuramente senza tutte le problematiche che può causare.leggevo alcuni articoli che si possono avere in maniera naturale con un massaggio prostatico,se gentilmente mi potete dare un consiglio su cosa e come dovrei usarlo ,e dove comprarlo.in attesa di un vostro gradito riscontro porgo i miei cordiali saluti .

salvatore, sabato 3 settembre 2016 alle10:12 ha scritto: rispondi »

Salve vorrei avere informazioni più dettagliate per praticare il massaggi prostatico grazie

bianco, sabato 13 febbraio 2016 alle23:07 ha scritto: rispondi »

sarei grato di poter capire cosa sono i massaggiatori prostatici,come sono fatti,come procurarselo, insomma vorrei anche io averne uno, come fare?

Giovanni, venerdì 9 ottobre 2015 alle21:44 ha scritto: rispondi »

Salve vorrei alcuni consigli sul acquisto del massaggiatore prostatico,ho 58 anni ma la mattina ho sempre problemi a orinare in quanto la prostata si e ingrossata,prendo una pastiglia la sera ma non posso stare tutta la vita con questi farmaci anche perché alla fine il corpo si abitua e non funzionerà sicuramente senza tutte le problematiche che può causare.leggevo alcuni articoli che si possono avere in maniera naturale con un massaggio prostatico,se gentilmente mi potete dare un consiglio su cosa e come dovrei usarlo ,e dove comprarlo.in attesa di un vostro gradito riscontro porgo i miei cordiali saluti .

Sandro, venerdì 25 settembre 2015 alle15:07 ha scritto: rispondi »

Salve, io l'ho provata casualmente con la mia partner e devo dire che al livello sessuale è fantastico! E' come se avessi un continuo orgasmo ma senza eiaculare. Lo consiglio a tutte quelle coppie che non hanno problemi di tabù ma anzi di complicità, perchè aggiunge alla coppia una variante che darà piacere a lui e farà felice anche lei che si sentirà padrona del piacere che provocherà al suo compagno.

Lascia un commento