Con l’autunno è facile trovare in vendita le castagne di stagione. Già a fine agosto, infatti, in alcuni luoghi d’Italia avviene la raccolta delle castagne, come per esempio in Campania, dove si raccoglie la cosiddetta “tempestiva”. Per chi le ama, il problema con le castagne è uno solo: il loro gusto è stagionale. Ma se lo si vuole conservare a lungo, ci si deve adoperare come meglio si può, attraverso delle ricette ad hoc.

Una delle ricette più gustose per le castagne è quella dei marron glacé. Si tratta di una ricetta vegan perfetta nelle sere d’autunno e nei primi scampoli d’inverno con una tazza di tisana calda. Non solo: i marron glacé possono essere utilizzati per guarnire i dolci, come il celeberrimo Mont Blanc.

Ingredienti Marron glacé

  • 300 g di castagne secche
  • 400 g di zucchero
  • 200 g acqua
  • sale qb
  • 200 g di zucchero a velo
  • rum qb

Preparazione Marron glacé

  • Tenere a mollo in acqua le castagne secche per 24 ore prima di utilizzarle nel procedimento.
  • Lessare le castagne con un pizzico di sale e abbondante acqua: questo passaggio, che deve avvenire per un’oretta a fuoco allegro, aiuta la castagna a diventare più tenera.
  • Preparare lo sciroppo a base di zucchero e acqua, per poi bollirlo: in generale, per ogni parte di acqua ce ne vogliono due di zucchero.
  • Togliere le castagne precedentemente lessate e lasciarle riposare nello sciroppo bollente, dopo aver spento la fiamma. Le castagne vanno lasciate lì finché il tutto non si fredda.
  • Scolare le castagne, far ribollire lo sciroppo e immergere nuovamente le castagne. Ripetere quest’ultimo passaggio per 4 o 5 volte, finché le castagne non si mostrano completamente imbevute di sciroppo e infine asciugarle.
  • Preparare la glassa mescolando insieme zucchero a velo, rum e un po’ d’acqua. Le quantità sono discrezionali, in base alla fluidità della glassa che si vuole ottenere. Una via di mezzo – né troppo liquida né troppo grumosa – per la glassa è sempre la soluzione ottimale.
  • Coprire di glassa le castagne imbevute di sciroppo ad una ad una.
  • Quando la glassa si secca, i marron glacé ottenuti possono essere inseriti in delle pirottine e posti in una scatola di metallo, perché anche l’occhio vuole la sua parte. I marron glacé possono conservarsi per 3-4 mesi.

19 settembre 2014
Immagini:
Lascia un commento