Una marijuana light. Questa è la nuova frontiera della cannabis che, da oggi, è legale anche in Italia. Spieghiamoci meglio: alla fiera della Canapa a Casalecchio di Reno è stata presentata nei giorni scorsi una varietà di marijuana che ha un dosaggio di THC inferiore allo 0,6%, ossia al limite di legge consentito.

=> Scopri gli effetti della marijuana tradizionale sul rendimento scolastico

Si chiama “Eletta Campana” ed è nata dall’azienda Easyjoint, emiliana, che la distribuisce anche in Italia. L’idea di creare questa marijuana light è arrivata dalla Svizzera dove questa “canna leggera” viene venduta in pacchetti semplicissimi, come se fossero sigarette o tabacco. Qui però il contenuto di THC è praticamente nullo, sempre in rispetto ai limiti di legge locali.

=> Leggi perché la marijuana è meno dannosa dell’alcol

Partendo da questa idea è nata “Eletta Campana” che, altro non è che una varietà di canapa sativa usata in Italia già negli anni ’30: il contenuto di THC è del 4% e il cannabidiolo non ha effetti psicoattivi, ma sedativi. Questa marijuana light permetterebbe così di rilassarsi, combattere il mal di testa e aiutare le persone che soffrono di malattie degenerative.

Ovviamente le critiche sono già arrivate in modo copioso per l’Eletta Campana, ma Easyjoint prosegue nella vendita e nello studio di questa varietà di cannabis al fine di allargare ancora di più la gamma di prodotti offerti.

17 maggio 2017
Immagini:
Lascia un commento