Il Mar Caspio si sta prosciugando: l’allarme degli scienziati

Le temperature sono sempre più elevate, fa sempre più caldo e non siamo solo noi a soffrirne, anche la natura che ci circonda soffre di questa situazione. Esempio concreto è il Mar Caspio che sta evaporando e il suo livello è sceso di circa un metro e mezzo in circa 20 anni e non si ferma.

L’apporto di acqua da parte di fiumi e piogge al Mar Caspio è sempre più scarso e il lago più grande del mondo rischia di scomparire: a rischio soprattutto la sua parte settentrionale che nel giro di tre quarti di secolo potrebbe veramente svanire nel nulla.

=> Cambiamenti climatici, colpa dell’uomo secondo rapporto USA

Anche se oggi il livello di profondità del Mar Caspio non è così preoccupante, in quanto già negli anni ’70 il Mar Caspio era sceso sotto il livello minimo facendo registrare un record negativo (a oggi fortunatamente imbattuto). Eppure gli scienziati e gli studiosi sono preoccupati per la tendenza negativa che sta caratterizzando questa discesa di livello. Negli ultimi dieci anni il trend negativo sta peggiorando giorno dopo giorno.

=> Leggi i dati 2017 sui cambiamenti climatici del Global Climate Index

La colpa? Molto probabilmente sono le temperature che stanno aumentando anche se lievemente, ma in modo inesorabile, di anno in anno e continueranno ancora ad alzarsi per via dei cambiamenti climatici in atto. A contribuire a questa situazione grave ci sono anche le precipitazioni che sono sempre più scarse e quindi il destino del Mar Caspio è sempre più incerto.

4 settembre 2017
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento