Mangiare sano può aiutare a combattere l’invecchiamento. Il segreto per vivere più a lungo viene da più parti indicato nel seguire un’alimentazione sana ed equilibrata, supportata da alcuni alimenti della salute. In questo senso alcuni cibi più di altri si dimostrerebbero in grado di aiutare l’organismo a rigenerarsi ritardando gli effetti dell’età.

Quando si parla di invecchiamento il riferimento però non è soltanto alla progressiva degenerazione dei tessuti cutanei. Per quanto gli effetti dell’età sulla pelle possano risultare di immediata comprensione, anche visiva, molti sono i possibili effetti sia per quanto riguarda l’apparato cardiovascolare che per le funzioni cognitive e mnemoniche.

Salmone

L’importanza di un’alimentazione sana

Un crescente corpo di ricerca sta contribuendo a consolidare la consapevolezza di quanto una corretta alimentazione possa risultare benefica per l’organismo umano. Non soltanto in termini di prevenzione delle malattie, tra cui spiccano le patologie cardiovascolari e alcune tipologie di forme tumorali, ma anche di corretto apporto di nutrienti e complessi vitaminici.

Di pari passo con il progredire degli studi va affermandosi quella branca della medicina nota come nutraceutica, ovvero lo studio di quelle che sono le caratteristiche degli alimenti non soltanto dal punto di vista nutrizionale in senso stretto, ma anche dei principi attivi in essi contenuti: elementi che renderebbero ciò che viene consumato dei veri e propri “alimenti-farmaci”.

10 alimenti anti-invecchiamento

Proprio prendendo in considerazione le proprietà curative e benefiche in essi contenute è possibile individuare alcuni cibi che più degli altri risultano in grado di ritardare l’invecchiamento proteggendo mente e corpo. Ecco 10 alimenti anti-invecchiamento, alcuni dei quali possono essere arricchiti con un super-condimento della salute quale è l’olio d’oliva extravergine:

  1. Salmone – Uno degli alimenti più consigliati grazie al suo contenuto di omega-3. Recenti studi hanno indicato questi ultimi come efficaci nel proteggere i telomeri (parte terminale dei cromosomi), prevenendone la perdita di lunghezza e ritardando di conseguenza l’invecchiamento.
  2. Mele verdi – Questo specifico tipo di frutto si è rivelato essere molto utile, secondo uno studio condotto dai ricercatori della University of Iowa, come particolarmente efficace nel ridurre la debolezza e l’atrofia muscolare tipiche dell’invecchiamento. Importante è però il consumo della buccia delle mele verdi, dove risiedere l’acido ursolico, responsabile del benefico effetto.
  3. Kiwi – Questo frutto possiede un’azione stimolante del sistema immunitario, oltre a contenere il doppio della vitamina C presente nelle arance. In più è ricco di polifenoli, antiossidanti che proteggono le cellule dall’azione dei radicali liberi.
  4. Lattuga rossa – Si tratta della qualità nota come “Oak Leaf”, secondo quanto affermato la coordinatrice dello studio Dott.ssa Maria Ranieri: “Più la lattuga è rossa e più è veloce il suo effetto antiossidante e di reazione nei confronti dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento e del danno cellulare che determina l’insorgere di numerose malattie.”
  5. Mirtilli – Ricchi di polifenoli, antiossidanti ad azione di contrasto dell’invecchiamento, questi piccoli frutti sono associati anche a un ridotto rischio di tumore e diabete. Se rossi sono considerati molto utili a proteggere i vasi sanguigni.
  6. Frutta secca col guscio – Omega-3 e omega-6 sono i composti che rendono noci e pistacchi alcuni tra gli alimenti migliori per contrastare l’invecchiamento, nonché ottimi rimedi naturali per la prevenzione delle malattie cardiovascolari.
  7. Pomodori – Anch’essi rappresentano un’ottima fonte di antiossidanti, in questo caso il licopene. In più possono fornire un aiuto specifico ai muscoli se consumati verdi: nel sopracitato studio della University of Iowa la stessa azione offerta dalla buccia delle mele verdi può essere offerta anche dai pomodori di ugual colore, grazie però alla presenza di tomatidina.
  8. Carciofi – Ottima fonte di ferro, questo alimento della salute favorisce inoltre la rimozione delle tossine da fegato e reni.
  9. Bacche di Goji – Al centro di crescenti attenzioni negli ultimi mesi, questi piccoli frutti originari del Tibet sono considerati una importante fonte di antiossidanti, vitamine (B e C), sali minerali (come il magnesio), di luteina, carotene, amminoacidi e acidi grassi omega-3 e omega-6.
  10. Tè verde – Punto di forza di questa bevanda sono gli antiossidanti, grazie ai quali aiuta a contrastare l’azione dei radicali liberi. Il tè verde contribuisce inoltre ad accelerare il metabolismo, a favorire la perdita di peso e a proteggere l’organismo da alcune forme tumorali. Aiuta infine anche la gestione degli zuccheri migliorando la risposta insulinica.

25 febbraio 2016
I vostri commenti
MaBau, giovedì 25 febbraio 2016 alle13:01 ha scritto: rispondi »

peccato che il salmone è ormai SOLO di allevamento e completamente tossico, visto quello che gli danno da mangiare, e le mele verdi hanno la buccia contaminata dai pesticidi e dai conservanti... sul resto, che Dio ci salvi. Cambiare paradigma, forse?? Saluti MaBau

Lascia un commento