Mangiare noci riduce mortalità nei pazienti con cancro al colon

Mangiare noci ogni giorno aiuta i malati di tumore al colon a ridurre il rischio di mortalità prematura. I benefici deriverebbero non soltanto dal consumo di questo specifico tipo di frutta secca col guscio, ma anche da quello di mandorle, nocciole, anacardi e noci pecan. A sostenerlo uno studio condotto dai ricercatori dello Yale Cancer Center su 826 pazienti affetti da cancro al colon-retto (stadio 3, insorgenza delle prime metastasi), tutti sottoposti prima della ricerca a trattamenti chirurgici e chemioterapici.

=> Scopri i benefici di olio, noci e formaggi nell’insalata

Secondo gli studiosi chi mangiava circa 280 grammi di noci ogni settimana ha visto incrementare del 57% le proprie possibilità di sconfiggere la malattia. Inoltre nel 46% dei casi il cancro al colon non si è ripresentato in chi consumava frutta secca col guscio. Come ha sottolineato il dott. Temidayo Fadelu, autore principale dello studio condotto presso lo Yale Cancer Center e co-finanziato dal Tree Nut Council Nutrition Research & Education Foundation e dal National Cancer Institute (agenzia governativa statunitense per la ricerca sul cancro):

I risultati mostrano l’importanza di enfatizzare fattori quali alimentazione e stili di vita nella sopravvivenza al tumore al colon.

=> Leggi quali sono proprietà e usi delle noci brasiliane

Alcuni importanti cambiamenti potrebbero essere, spiega Fadelu, la più frequente attività fisica, il consumo di alimenti (come le noci) in grado di ridurre nei pazienti la resistenza all’insulina e un taglio netto all’utilizzo di zucchero. Più cauto rispetto ai benefici del consumo di frutta secca col guscio è il dott. Charles Fuchs, autore senior dello studio, che ha sottolineato come non si conosca ancora il meccanismo esatto in base al quale le noci risulterebbero di aiuto. Tuttavia l’esperto ha voluto sfatare alcuni dubbi legati al rapporto tra obesità (tra i fattori di rischio per il cancro al colon) e la frutta secca:

La gente mi domanda in continuazione se il consumo di noci li condurrà all’obesità, il che porterebbe a un peggior esito clinico. Quello che è però molto interessante e che nei nostri studi, e più in generale nella letteratura scientifica, i consumatori di noci tendono a risultare i più in linea.

1 marzo 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento