Mangiare datteri aiuta a proteggere l’organismo dai tumori. Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Clinical and Experimental Medicine questi piccoli frutti non dovrebbero essere riservati al periodo natalizio, come invece accade anche in Italia, ma consumati durante tutto l’anno.

Nei datteri sono presenti, spiegano i ricercatori, alti livelli di antiossidanti in grado di rinforzare l’organismo contro i danni provocati dai radicali liberi, elementi che provocano un aumento del rischio di sviluppare tumori.

Elevato in particolare il contenuto di polifenoli e di beta glucani, ritenuti rispettivamente in grado di ridurre la mortalità per tumori e la riproduzione delle cellule cancerogene negli animali, mentre presenti in diversa misura anche potassio, manganese, selenio e rame.

Sarebbero proprio i nutrienti contenuti nei datteri a generare i benefici effetti, malgrado ulteriori ricerche si rendano necessarie per chiarire meglio il funzionamento di tale meccanismo. Come ha spiegato il Dr. Arshad H Rahmani, ricercatore presso la Qassim University (Arabia Saudita):

Studi hanno dimostrato che hanno avuto successo nella prevenzione delle mutazioni cellulari che conducono allo sviluppo delle cellule tumorali.

Le proprietà nutrienti dei datteri hanno mostrato un’attività anti-tumorale, ma l’esatto meccanismo di azione dei datteri e dei loro nutrienti nella prevenzione dei tumori non è ancora conosciuto con esattezza.

5 gennaio 2015
Fonte:
Lascia un commento