Mangiare cioccolato aiuta a prevenire il rischio infarto. Stando a quanto pubblicato sulla rivista Heart dai ricercatori delle università di Aberdeen, Manchester, Cambridge ed East Anglia sia il tipo fondente che quello al latte sarebbero in grado di fornire il prezioso effetto benefico.

Basterebbero 100 grammi di cioccolato al giorno per ridurre il rischio di infarto, come anche di ictus e altre malattie cardiovascolari, dell’11% secondo i ricercatori britannici. In più la cioccolata risulterebbe associata a un minor rischio di patologie cardiache pari al 25%. Un alimento da non demonizzare quindi secondo gli studiosi, che sottolineano come:

Non sembra esserci alcuna prova che affermi che la cioccolata debba essere evitata da coloro che sono preoccupati riguardo le patologie cardiovascolari.

Durante lo studio sono stati monitorati, per un periodo di 12 mesi, 9.200 uomini e 11.700 donne di Norwich. Riguardo alla possibilità che anche il cioccolato al latte sia benefico per la salute del cuore i ricercatori hanno così concluso:

Il cioccolato al latte è stato più frequentemente consumato durante lo studio rispetto a quello fondente. Ad ogni modo abbiamo comunque osservato un ridotto rischio di malattie cardiovascolari.

Questo potrebbe indicare che non soltanto i flavonoidi, ma la spiegazione potrebbe arrivare anche dalla presenza di altri composti, possibilmente collegati ai costituenti del latte come il calcio e gli acidi grassi.

16 giugno 2015
Fonte:
Lascia un commento