Non capita di rado che un animale domestico, soprattutto se libero di circolare nel vicinato, subisca dei maltrattamenti. Lo testimonia l’ultimo e incomprensibile trend, di cui si è già parlato in altri interventi, che sta coinvolgendo numerose cittadine dagli Stati Uniti all’Australia: quello della rasatura dei gatti. Una giovane ragazzina, tuttavia, non ha voluto cedere alle aggressioni dei malintenzionati, decidendo di passare all’azione all’interno del suo quartiere. La giovane, soltanto 12 anni, ha infatti deciso di inoltrare una lettera a ognuno dei suoi vicini di casa, per raccontare il dolore subito per la perdita del suo compagno a quattro zampe.

Il tutto accade a Ferntree Gully, un piccolo sobborgo nelle vicinanze di Melbourne. Da qualche tempo degli anonimi malintenzionati si divertirebbero nel rasare il manto dei gatti del quartiere, animali spesso traumatizzati per l’azione violenta subita. Sebbene non vengano spiegate le ragioni né il collegamento tra la rasatura e altre più gravi conseguenze, sembra che il felino della protagonista della vicenda sia purtroppo deceduto a seguito dell’aggressione. Così la piccola ha deciso di passare all’azione, imbucando una lettera strappalacrime nella cassetta delle lettere di ogni singolo vicino di casa.

Il mio nome è Brooke è ho 12 anni. Sono tornata a casa l’altro giorno e ho subito un grande shock. Il mio gatto è stato rasato perché qualcuno voleva darci una lezione. Bene, così è stato, perché ora il mio gatto è morto solo perché qualcuno avrebbe voluto insegnare qualcosa alla mia famiglia. Sapete cosa mi ha insegnato? Il fatto che gli adulti siano crudeli. Ho appena perduto il mio migliore amico, il tutto grazie a qualcuno.

Secondo quanto riportato dai media australiani, da qualche tempo si registrano casi di felini rasati in tutti i dintorni di Melbourne. Diversi episodi, ad esempio, si sarebbero registrati nei sobborghi di Elsternwick, non a molta distanza della località del gatto dell’addolorata dodicenne. Di soli pochi giorni fa, invece, è la notizia di uno spaventato esemplare canadese, ormai vittima da diversi mesi di rasature ripetute da parte di ignoti.

24 luglio 2015
Fonte:
Via:
Immagini:
Lascia un commento