Tre esplosioni e fiamme alte diversi metri questa mattina a Pineto, Provincia di Teramo. A provocare l’incidente il danneggiamento di un metanodotto provocato dal cedimento di un traliccio dell’alta tensione, causato probabilmente a causa del forte vento e delle piogge intense delle ultime ore.

L’esplosione del metanodotto abruzzese ha interessato nello specifico Mutignano, frazione di Pineto, causando l’interruzione della linea che serve il territorio compreso tra Cellino Attanasio a Bussi. L’incidente è avvenuto questa mattina intorno alle 7:30 e oltre al vasto incendio generato ha provocato danneggiamenti anche alle abitazioni limitrofe e ad alcune auto in sosta. Sette i feriti accertati.

Incerte ancora le conseguenze per il territorio derivate dall’incendio e dalla possibile fuga di metano, mentre la Procura della Repubblica di Teramo ha già annunciato l’apertura di un’inchiesta. Un bilancio che avrebbe potuto essere ben più grave, secondo quanto afferma il sindaco di Pineto Roberto Verrocchio:

I Vigili del Fuoco sono riusciti a spegnere le fiamme e la condotta è stata chiusa. Tutta da verificare la causa dell’incidente. Quello che posso dire è che si propende per lo smottamento del terreno dovuto alle incessanti piogge.

Ci sono un tratto di condotta di 10 metri completamente aperto e due tralicci a terra. Ringrazio davvero forze dell’ordine e squadre di pronto intervento per la rapidità con cui hanno affrontato la situazione.

Il maltempo prosegue nel frattempo incessante sul territorio abruzzese, con i tratti autostradali A24 e A25 chiusi dalle 4 di questa mattina per le forti nevicate.

Il vento ha toccato in alcuni momenti quote superiori ai 140 km/h mentre la visibilità è vicina allo zero. L’interruzione interessa l’area compra tra Valle Peligna e la Marsica e quella tra L’Aquila ovest e Colledara.

6 marzo 2015
Immagini:
Lascia un commento