Malata terminale chiede aiuto per l’adozione del suo cane

È una storia commovente quella che lega una donna statunitense al suo amico a quattro zampe: un ultimo desiderio. Patricia Cudd, affetta da una forma incurabile di tumore, ha lanciato un appello affiché il suo cane Sherlock venga al più presto adottato. E in centinaia rispondono alla sua chiamata.

La donna, nativa del Colorado, è purtroppo all’ultimo stadio di un tumore al seno. Di conseguenza, presto non potrà più occuparsi del suo amato cagnolino. Anziché lasciarsi andare nello sconforto o attendere immobile che il destino si compia, Patricia ha però deciso di passare all’azione: cercare subito una nuova famiglia per Sherlock, delle persone affidabili, raccomandabili, dove il quattro zampe potrà passare una vita in piena serenità.

La donna vive in una piccola stanza di un motel e, qualche anno fa, ha salvato il cane da un rifugio. Poco dopo la diagnosi del tumore, resa più sopportabile proprio dalla presenza del cane, capace di strappare un sorriso, di portare felicità anche in un momento della vita così straziante.

È il mio migliore amico. Vorrei trovare per lui qualcuno che lo amasse quanto lo amo io, perché non posso più correre con lui. Mi ha insegnato a divertirmi. Ad uscire, a guardare il sole, a godere la vita. È un ottimo animale, è magnifico!

Sherlock, un esemplare di razza Pit Bull, è un cane molto paziente, dolce e disciplinato, tanto per smentire gli ingiusti stereotipi che spesso coinvolgono la razza canina. La storia di questa incredibile coppia, resa pubblica da una TV locale degli Stati Uniti, non è però caduta nel vuoto: sono quasi 500 le famiglie che si sono proposte di regalare una nuova casa al cagnolino. Patricia, la quale ha dichiarato di provare tanta serenità e molta gioia per la risposta ricevuta, ora conoscerà tutti i candidati ed esprimerà il suo ultimo desiderio, ovvero la scelta del proprietario che ritiene più idoneo per l’adozione del suo Sherlock.

16 aprile 2014
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento