Il mal d’orecchio è molto comune in età pediatrica, insieme al raffreddore, e  colpisce i bambini al di sotto dei 3 anni frequentemente soprattutto in inverno. Le percentuali dicono che circa il 70% dei bambini è colpito almeno una volta dall’infezione da otite nei primi tre anni di vita, poiché l’apparato uditivo e il sistema immunitario nei bambini piccoli non è ancora completamente sviluppato. Il mal d’orecchio  è infatti un’infiammazione dell’orecchio che presenta sintomi che possono variare a seconda della gravità tra cui dolore acuto all’orecchio, spesso mal di gola e raffreddore e febbre alta nel caso dell’otite acuta.

Sintomi del Mal d’Orecchio e Rimedi Naturali

Il mal d’orecchio è un’infiammazione da non sottovalutare poiché, nelle forme più forti, può causare problemi gravi all’apparato uditivo soprattutto se  viene trascurata o curata male. Esistono dei rimedi naturali utilizzati spesso dalle mamme soprattutto per alleviare il dolore che l’infiammazione provoca. Ecco di seguito i rimedi più efficaci contro il dolore causato dal mal d’orecchio:

Acqua tiepida

  • Applicare un impacco caldo sull’orecchio con una bottiglia di acqua tiepida, messa per 10/15 minuti a contatto dell’orecchio infiammato. Il calore allevierà il dolore.

Olio di oliva

  • Mettete la bottiglia di olio per qualche istante in acqua bollente per intiepidire l’olio;
  • versate un po’ di olio in un piccolo contenitore, una tazzina o un bicchierino;
  • con un contagocce prelevate 2/3 gocce di olio;
  • introducete delicatamente l’olio del contagocce nell’orecchio del bambino, facendolo sdraiare su un fianco con l’orecchio da curare rivolto verso l’alto;
  • inserire nell’orecchio un batuffolo di cotone facendo attenzione a non spingerlo troppo in fondo.

olio-oliva

Cipolla

  • Tritate una cipolla finemente;
  • mettete la cipolla tritata in un sacchetto di lino, una garza o un fazzoletto di cotone;
  • appoggiate l’impacco di cipolla sull’orecchio e bloccatelo con una fascetta o foulard. Magari fatelo prima che il bambino vada a dormire.

 src=

Aglio

L’aglio è un antibiotico naturale dalle molte proprietà benefiche e potete usarlo al posto dell’olio o combinato insieme con esso. L’aglio infatti aiuta a combattere i microbi e quindi l’infiammazione.

  • spremere qualche gocce di aglio e unirla anche all’olio di oliva;
  • inserite qualche goccia di aglio nell’orecchio mattina e sera, da solo o miscelato all’olio di oliva;
  • in alternativa massaggiate e tamponate la parte esterna dell’orecchio con qualche goccia d’aglio.

Lavanda

La lavanda è utile per lenire il padiglione auricolare, nel caso in cui fosse irritato.

  • applicare alcune gocce di lavanda sulla parte esterna dell’orecchio e massaggiare.

Lavanda

Ci sono poi altri rimedi semplici e naturali che aiutano  a liberare la tromba di Eustachio, alleviando la pressione nell’orecchio e facendo defluire i liquidi.

Movimento

  • muovere delicatamente l’orecchio e la mascella del bambino. Il movimento infatti, come per esempio quello di uno sbadiglio può aiutare a sbloccare la tromba di Eustachio, alleviando la pressione, e facendo così defluire i liquidi intrappolati nel canale.

Inalazioni

  • preparare un suffumigio con acqua calda e qualche goccia di olio di eucalipto in una vaschetta;
  • coprire la testa del bambino con un asciugamano;
  • mettere la testa del bambino sulla vaschetta per inalare il vapore nel naso, per tre volte al giorno sino ad alleviare il dolore.

Sebbene i rimedi naturali siano un rapido e delicato aiuto per alleviare il dolore del mal d’orecchio nei bambini, spesso molto acuto e quindi fastidioso, non bisogna però dimenticare che il parere del pediatra è d’obbligo soprattutto per i casi più gravi, magari in presenta di febbre alta. Nei casi acuti infatti il medico somministra un antibiotico.

Prevenzione dell’Otite e Consigli da Seguire

  • allattare al seno i neonati, almeno per i primi 6 mesi di vita, ciò rafforza le difese immunitarie;
  • ridurre, quando possibile,  le occasioni in cui il bambino sta a contatto con tanti altri bambini, come al nido o all’asilo. Le infezioni ripetute delle vie aeree superiori infatti possono provocare regolari infezioni all’orecchio, e continui raffreddori;
  • adulti e bambini devono lavarsi spesso e bene le mani;
  • mettere un batuffolo di ovatta nel canale uditivo prima di fare il bagno o la doccia in caso di infiammazione;
  • introdurre elementi esterni nell’orecchio può avere gravi effetti collaterali, come il peggioramento dell’infezione o anche la perdita dell’udito;
  • evitare gli alimenti che causano le allergie più comuni come grano, latticini, mais, arance, burro di arachidi, zucchero, frutta e succhi di frutta.

18 luglio 2013
I vostri commenti
Simona, domenica 2 marzo 2014 alle6:22 ha scritto: rispondi »

Ci sono molte cose interessanti bello mi piace

sonia, martedì 25 febbraio 2014 alle15:00 ha scritto: rispondi »

Attendo vostri consigli..

Lascia un commento