Torna l’autunno e con esso il rischio di mal di testa cervicale. Con l’arrivo del periodo autunnale i ritmi di lavoro tornano a pieno regime, con essi anche l’abitudine all’assunzione di determinate posture e allo sviluppo di sensazioni dolorose a carico della muscolatura del collo e delle spalle.

L’arrivo del mal di testa autunnale non è tuttavia un inevitabile fardello, ma può essere scongiurato praticando un’adeguata ed efficace attività di prevenzione. A sostenerlo è il Dr. Gennaro Bussone, primario emerito Istituto Neurologico C. Besta di Milano. Secondo lo specialista è opportuno innanzitutto prestare la dovuta attenzione al problema:

Un disturbo da non sottovalutare, che spesso è causato dallo stato di stress, a cui si aggiunge l’adozione di posture scorrette sul luogo di lavoro e cattive abitudini alimentari. In poche settimane l’organismo passa dalla vita all’aria aperta delle belle giornate estive alla ripresa di una vita sedentaria e di una intensa routine lavorativa, a cui si aggiungono anche meno ore di luce e temperature più basse.

Pur in assenza di collegamenti certi tra il dolore cervicale e lo sviluppo di mal di testa, il Dr. Bussone sostiene come siano salutari e utili per la protezione dell’organismo una corretta postura e uno stile di vita sano:

Non esistono al momento chiare evidenze a dimostrare che il dolore cefalalgico tensivo possa essere legato in alcuni casi a contrattura o tensione muscolare nella regione cervicale, tuttavia è parere comune che l’adozione di una postura corretta e di uno stile di vita sano, che preveda movimento e attività all’aria aperta, siano un valido aiuto per sostenere e proteggere il buon funzionamento dell’organismo.

I consigli dell’esperto per difendersi dai possibili attacchi di mal di testa autunnale riguardano innanzitutto proprio l’attività fisica e la postura. Occorre praticare del movimento all’aria aperta durante le pause lavorative, cercando al contempo di variare la propria posizione in caso di lungo tempo trascorso alla scrivania.

In vista degli impegni autunnali occorre fissare obiettivi realistici e cercare di ridurre lo stress legato al ritorno al lavoro, magari attraverso l’utilizzo di rimedi naturali o la pratica Yoga.

Terzo consiglio è quello di scegliere una corretta e sana alimentazione. Frutta, verdura e liquidi saranno le colonne portanti dei pasti, che dovranno essere consumati a intervalli regolari. La colazione non andrà sottovalutata: a essa resta affidato il compito di avviare nel modo giusto la giornata dal punto di vista energetico.

Importante è poi, prosegue Bussone, il trattamento del mal di testa già dai primi sintomi. Occorre quindi intervenire prontamente senza attendere l’intensificarsi del problema. Utili in questo senso rimedi naturali quali ad esempio l’infuso di salice, dalle proprietà simili a quelle dell’aspirina, la camomilla o l’assunzione di artiglio del diavolo.

Contro lo stress quotidiano è infine importante riuscire a ricavarsi piccoli spazi durante la giornata da dedicare al relax. L’organismo sarà così in grado di mantenere il proprio equilibrio psico-fisico e affrontare al meglio i possibili malanni autunnali.

24 settembre 2015
Fonte:
Lascia un commento