Contro il mal di schiena i farmaci al paracetamolo possono rivelarsi inefficaci. A sostenerlo uno studio condotto presso la University of Sydney e pubblicato sulla rivista scientifica Lancet.

Nel dettaglio, in caso di mal di schiena localizzato nella regione bassa del tronco l’impiego di paracetamolo sarebbe del tutto equivalente all’uso di un placebo secondo i ricercatori. Nello studio sono stati coinvolti 1.650 cittadini australiani, divisi in tre gruppi e sottoposti a differente trattamento nell’arco di un mese.

Il primo gruppo ha assunto con regolarità un farmaco con paracetamolo, il secondo lo ha fatto soltanto in caso di necessità mentre al terzo è stato assegnato un placebo.

I risultati in merito alla qualità del sonno e all’intensità del dolore registrati non hanno mostrato particolari differenze tra i vari gruppi, una dimostrazione secondo i ricercatori della mancata efficacia del trattamento farmacologico somministrato.

Secondo quanto affermato dall’autore principale dello studio, il Dr. Christopher Williams:

I risultati suggeriscono che abbiamo bisogno di riconsiderare la raccomandazione universale del prescrivere paracetamolo come il trattamento di prima istanza per il mal di schiena lombare.

La soluzione più efficace sarebbe invece del tutto naturale, come ha sottolineato un’altra ricercatrice impegnata nello studio, la Dr.ssa Christine Lin:

Altri modi per ridurre il dolore alla schiena includono il mantenersi attivi ed evitare il riposo a letto.

Un suggerimento che apre la strada a soluzioni naturali come il Metodo Pilates e lo Yoga, dal quale lo stesso Dr. Pilates ha tratto alcuni significativi meccanismi di esercizio.

24 luglio 2014
Fonte:
BBC
Lascia un commento