Mais OGM non dannoso per la salute secondo studio italiano

Il mais OGM non fa male alla salute. Ad affermarlo quattro ricercatori italiani dell’Università e della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, il cui studio è stato pubblicato su Scientific Reports, rivista collegata a Nature. Per giungere a tale conclusione gli studiosi hanno analizzato 64 precedenti ricerche relative all’impatto degli organismi geneticamente modificati.

Un’assoluzione in piena regola per gli OGM quella giunta dai ricercatori italiani Laura Ercoli (coordinatrice dello studio), Elisa Pellegrino, Stefano Bedini e Marco Nuti, che hanno affermato:

Per la prima volta lo studio dimostra, dati statistici e matematici alla mano, che il mais transgenico non comporta rischi per la salute umana, animale e ambientale. Lo studio dimostra che, dopo 21 anni di coltivazione del mais transgenico in tutto il mondo non esiste alcuna evidenza significativa di rischi per la salute umana, animale o ambientale.

=> Leggi le critiche di Greenpeace all’utilizzo di prodotti OGM

Quasi anticipando le inevitabili polemiche in merito all’obiettività dei risultati presentati, gli stessi studiosi hanno dichiarato che lo studio è stato condotto analizzando unicamente i dati a disposizione e senza alcun giudizio di carattere politico:

Non entriamo nel merito della discussione politica, ma i risultati ottenuti sono robusti e soprattutto frutto di una ricerca portata avanti soltanto coi nostri fondi.

=> Scopri perché Mars punterà su cioccolato OGM per i suoi prodotti

Un parere quello dei ricercatori italiani che è destinato comunque a far discutere, mentre lo stesso governo italiano si è più volte dimostrato contrario verso l’autorizzazione alla coltivazione di OGM entro i confini nazionali.

Dal punto di vista della salute lo studio italiano smentirebbe l’associazione tra OGM e patologie quali l’incompleto sviluppo del sistema nervoso centrale o il tumore all’esofago. In relazione ai possibili impatti per l’ambiente il gruppo di ricerca ha affermato che le ripercussioni del mais geneticamente modificato sarebbero identiche a quelle del prodotto non OGM.

16 febbraio 2018
I vostri commenti
mexsilvio, venerdì 16 febbraio 2018 alle20:27 ha scritto: rispondi »

In questi giorni da emittenti rai siamo informati su i lati positivi degli OGM , notizie positive mai contestate , quello che e' mancante , il lato negativo ,-i danni-e' una informazione corretta , sui danni ai terreni di coltivazione dei PESTICIDI , CHE AVVELENANO I TERRENI PER GENERAZIONI ..!! Ecco il perche' di una ricerca esasperata di territori nuovi , vergini , da coltivare e infettare con i pesticidi ..?? domanda : quando dopo 10-15 anni i terreni saranno incoltivabili , perche' contaminati dai PESTICIDI , i contadini dove andranno a lavorare ..?? all'UNIVERSITA' CHE LI HA ILLUSI con notizie parziali ..????

Lascia un commento