Una vita complessa quella vissuta dai maiali da allevamento intensivo, costretti a subire condizioni di fortissimo disagio, restrizioni fisiche continuative, fino al viaggio finale verso l’abbattimento. Ha fatto molto discutere la situazione che si è venuta a creare come conseguenza diretta di un incidente, che ha coinvolto un camion adibito al trasporto di questi esemplari. Molti i capi morti sul colpo, quaranta unità decedute a causa dell’impatto e delle ferite riportate.

Il fatto, avvenuto a Toronto in Canada, ha attirato l’attenzione di tanti passanti, curiosi e diversi attivisti. Una condizione sicuramente nuova che ha permesso, a moltissimi presenti, di conoscere i retroscena che riguardano la carne che viene solitamente consumata. Due esemplari, in particolare, hanno attirato l’interesse perché, confusi e feriti, sono stati immortalati mentre si consolavano a vicenda.

=> Scopri l’intelligenza sociale del maiale


Un gesto naturale, semplice, automatico, presente anche all’interno del mondo animale. La compassione e il conforto, due sentimenti che i maiali conoscono benissimo. A dispetto delle credenze, questi esemplari possiedono un’intelligenza molto sviluppata, mista a una fortissima sensibilità. Il maiale è un animale sociale, che ama stare in compagnia e interagire. Un esemplare pulito, nonostante le leggende, che conosce il senso del rispetto e dell’affetto. Per questo non dovrebbe stupire osservare due compagni di viaggio pronti a supportarsi dopo un fortissimo trauma. Ma le regole del commercio e dell’industria della carne impongono la consegna dei capi a destinazione e, per questo motivo, quelli a piede libero sono stati tristemente abbattuti sul posto.

=> Scopri la canzone di Moby per i maiali maltrattati


Una situazione che ha travolto emotivamente i presenti, in tanti hanno supplicato pietà per i maiali e la Happily Ever Esther farm si è offerta di accoglierli. Ma i responsabili del carico hanno rifiutato nettamente, finendo per abbattere tutti i maiali sfuggiti al controllo. Per quanto orribile, la situazione ha aperto una panoramica su ciò che accade realmente agli animali che poi diventano cibo quotidiano. I maiali, in particolare, vivono negli allevamenti intensivi costretti da gabbie anguste, impossibilitati a muoversi e anche a sedersi. Il corpo è sempre a contatto diretto con urina e feci, condizione che favorisce malattie, infezioni e sicuramente la depressione dell’animale stesso.

5 luglio 2017
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento