Galline e maglioncini in misura: sembra un’idea buffa, eppure è una realtà che ha ottenuto un certo successo. Un connubio perfetto tra due mondi così differenti, una sinergia che ha portato alla creazione di tanti maglioncini di lana preparati per un gruppo di bipedi bisognosi. L’incontro fortuito tra il club della maglia della casa di riposo Fuller Village di Milton, in Massachusetts, e Erica Max, direttrice della Wakefield Estate, ha creato la connessione. Erica gestisce un servizio educativo per bambini che contempla la presenza di una dozzina di galline. La donna, di passaggio alla casa di riposo per una visita, ha raccontato del piccolo pollaio e della loro difficoltà ad affrontare il freddo durante la muta invernale. Le galline, infatti, cambiano il piumaggio e rimangono così esposte alle basse temperature.

Le donne anziane, colpite dalla situazione, si sono quindi offerte di preparare una serie di maglioncini in misura. Spulciando in rete hanno potuto recuperare informazioni utili, seguendo blog a tema, con tanto di spiegazioni e tutorial. Dopo una serie di tentativi e di esperimenti, il club della maglia ha confezionato il prodotto finito. Il lavoro più complesso è risultato quello per il gallo Pete: il suo formato ridotto, rispetto ai compagni di cortile, ha spinto le donne a realizzare vari prototipi di lana. La perseveranza ha però dato i suoi frutti e ora il piccolo pennuto, considerato un mini principe, può sfoggiare con orgoglio il suo cappottino.

=> Scopri tutto sulla gallina


Secondo Erica, il provvidenziale intervento del club della maglia ha preservato la salute e il benessere della comunità di galline, che hanno iniziato a produrre molte più uova. L’iniziale perplessità del club è stata subito accantona: le anziane hanno assicurato un inverno migliore al piccolo team di galline. La loro laboriosità ha anche attirato l’attenzione dei media, che le hanno raggiunte presso la casa di riposo per carpire qualche idea e trucco. Le galline, a dispetto della cattiva nomea, sono animali molto curiosi e intelligenti. Ma anche molto fedeli e riconoscenti, per questo non stupisce che abbiano apprezzato e gradito i maglioncini di lana.

16 marzo 2017
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento