Maculopatia: sintomi, cause e cura

Appartenente ai possibili disturbi che colpiscono la vista e l’occhio in particolare, la maculopatia rappresenta un disagio invalidante che riguarda nello specifico la macula, la zona centrale della retina. Quest’area svolge una funzione determinante permettendo una visione centrale nitida e distinta, pertanto una mancata funzionalità rischia di compromettere notevolmente il modo di vedere e la qualità della vita di chi ne soffre.

=> Scopri tre rimedi naturali per la vista


Possono manifestarsi diversi tipi di maculopatie, sia ereditarie sia acquisite. Rientrano nella prima categoria, ad esempio, la maculopatia diabetica e la malattia di Stardgard, mentre fa parte del secondo gruppo la degenerazione maculare senile che spesso fa la sua comparsa dopo i 50 anni a causa del naturale processo di invecchiamento della macula, coinvolgendo talvolta entrambi gli occhi sebbene con tempistiche differenti. Anche l’edema maculare cistoide e la maculopatia miopica possono insorgere nel corso della vita, così come altre tipologie di questa patologia che possono essere una conseguenza dell’assunzione di alcuni farmaci.

Sintomi

Occhio

La maculopatia – generalmente monolaterale – può non essere diagnosticata con facilità, soprattutto perché l’occhio sano compensa i difetti visivi dell’occhio coinvolto. Solitamente i sintomi accusati sono abbastanza specifici:

  • percezione distorta delle immagini, che si manifesta come alterazione nella visione delle linee dritte;
  • visione disturbata da macchie grigie;
  • visione centrale limitata o totalmente assente, con mantenimento della funzionalità della visione laterale.

Fin dalla comparsa dei primi disturbi è importante sottoporsi a una accurata visita oculistica per ottenere una diagnosi tempestiva della malattia, che generalmente non conduce alla totale perdita della vista ma che può degenerare limitando enormemente questa funzionalità.

Cause

Fumo

Dietro lo sviluppo di maculopatie possono celarsi fattori sia ambientali sia genetici, soprattutto per quanto riguarda il rischio di soffrire di degenerazione maculare in età senile. Più che una serie di cause precise, inoltre, diversi studi scientifici hanno rilevato una serie di fattori di rischio che influiscono sulla comparsa della patologia:

  • stile alimentare sregolato e caratterizzato da un abuso di alcolici e cibi molto grassi;
  • diabete e ipertensione;
  • patologie cardiache;
  • essere fumatori;
  • esposizione ai raggi solari per un tempo prolungato.

 => Scopri le abitudini che mettono a rischio gli occhi


Per quanto riguarda il vizio del fumo, infatti, sono stato documentati effetti nocivi ai danni degli antiossidanti con funzione protettiva presenti negli occhi.

Diagnosi e cura

Occhiali da sole

Come accennato, solo una accurata visita effettuata da un esperto oculista può diagnosticare una maculopatia con certezza. Solitamente l’esito arriva in seguito alla somministrazione di alcuni test, come quello di Amsler, oltre alla lettura della OCT e all’esame del fondo dell’occhio.

Esistono precise terapie volte a migliorare la visibilità e a bloccare il decorso della malattia, spesso sottoponendo il paziente a iniezioni intravitreali programmate. A rivelarsi utili, inoltre, sono alcuni medicinali che integrano sostanze preziose come gli antiossidanti e vari composti vitaminici.

  • In generale, per cercare di limitare il progredire della patologia, è consigliabile adottare una serie di comportamenti salutari:
  • smettere di fumare o evitare il fumo;
  • preferire cibi ricchi di vitamina C, vitamina E, Omega 3 e Omega 6;
  • usare protezioni adeguate prima di esporsi ai raggi del sole, soprattutto durante la stagione estiva o se ci si reca in alta montagna.

17 ottobre 2018
I vostri commenti
Riccardo, venerdì 19 ottobre 2018 alle11:46 ha scritto: rispondi »

Sono sordo quasi (a 6 mesi di vita ebbi un'otite e il medico disse alla mia mamma che piangevo perchè ero cattivo quindi mi diede dei sonniferi)dalla nscita Oggi a causa di problemi iniziati nel 1995 (cataratta, glaucoma, maculopatia, retinite pigmentosa) sono quasi cieco poiché vedo nebbia e vorrei sapere da voi se esiste qualcosa che potrebbe aiutarmi Sperando e nell'attesa di una vostra risposta auguro buon lavoro ed un fine settimana proficuo e ricolmo di serenità e gioia

Lascia un commento