Da quaranta anni il WWF si batte per la salvaguardia e la tutela del lupo, sempre al centro di polemiche e a forte rischio estinzione. Le battaglie avviate durante questi decenni, con il sostegno di molti altri gruppi e associazioni, hanno permesso il ripopolamento di molte aree e luoghi. Spazi dove l’animale era assente da tempo, mentre la problematica legata all’estinzione stava divenendo opprimente. Eppure questo quadrupede rischia nuovamente la sopravvivenza, con una perdita annuale di esemplari di trecento unità e solo 1.580 lupi ancora in vita. I pericoli sono molteplici e tutti conseguenza diretta dell’ingerenza umana: dal bracconaggio ai bocconi avvelenati, dalle trappole alla cementificazione costante. I lupi soffrono questa presenza invadente pagando spesso con la loro vita.

Il WWF ha deciso di scendere in campo per proteggere questo animale così importante, lanciando la campagna SOS Natura d’Italia. Attraverso un SMS solidale inviato al 45524, l’associazione effettuerà una raccolta donazioni, soldi che verranno impiegati per tutelare il lupo. Contrastando la pratica aggressiva del bracconaggio, spesso rivolta a molte specie selvatiche simbolo della natura italiana, tra cui appunto il lupo. Quindi avviando un dialogo costruttivo con gli agricoltori, così da prevenire in modo utile e non cruento gli assalti agli allevamenti. Utilizzando recinzioni adeguate, cani guardiani, pascolo controllato. Infine, promuovendo campagne di sensibilizzazione nei confronti della figura del lupo, per permettere a tutti di conoscere questo animale affascinante ma fragile.

=> Scopri i lupi in Liguria


Grazie alla cifra raccolta, il WWF potrà implementare l’operato delle guardie legate all’associazione, che verranno fornite di binocoli a infrarossi, foto-trappole e droni per monitorare le zone a più alto rischio di predazione. Aumenterà la possibilità di fornire cure migliori ai lupi ospiti dei Centri di Recupero, quindi l’occasione di addestrare in modo utile i cani da pastore sovvenzionando le loro cure e il nutrimento. Una soluzione importante che rientra nel percorso della prevenzione e della sensibilizzazione.

=> Scopri il piano di abbattimento del lupo


La campagna sarà attiva dall’8 al 22 maggio 2017, mentre si attende l’esito della Conferenza Stato Regioni nei riguardi del Piano di Gestione e Conservazione del Lupo in Italia. Un dibattito ancora aperto e molto acceso che mira al contenimento degli esemplari in circolazione, ma l’assenza di questo bellissimo animale potrebbe avere serie ripercussioni sulla sopravvivenza e gli equilibri del suo habitat naturale.

10 maggio 2017
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Wwf
Lascia un commento