È una deliziosa storia di affetto e amicizia quella che unisce Joseph Sebastian e il suo cane Zeus, uniti per le strade dell’Australia. La coppia pedala serenamente per le vie australiane, alla ricerca di una meta non ben definita. L’obiettivo del viaggio è quello di tributare riconoscenza e gratitudine al vecchio e malato cane. Un bisogno che Joseph ha sentito nel suo cuore, per prolungare la convivenza di qualche tempo scacciando la morte di un passo.

>>Scopri il Ponte dell’Arcobaleno

Delicatezza e affetto, ma anche amore, è quello che traspare dal loro viaggiare in coppia. Chi ha la possibilità di imbattersi nel loro avvento, viene ripagato e abbracciato da questa tenera storia. Un uomo che un giorno decide di abbandonare momentaneamente la routine quotidiana e, cavalcando la sua bici, regala al suo cane Zeus il viaggio della vita. Tante le primavere del quadrupede, ben 15, che hanno lasciato segni indelebili come la sordità e in parte la cecità.

>>Scopri se il tuo cane è sordo

Per questo, collegato alla bicicletta, c’è un comodo carrello creato su misura per Zeus. Al suo interno il cane può godersi il paesaggio, oppure sonnecchiare. Cuscini, coperte e una copertura per quando piove, rendono il tutto molto confortevole e rilassante. A chi gli chiede il perché di questa scelta, Joseph risponde:

Zeus è con me sin dalla nascita, non voglio che muoia solo. Mi ha curato più di quanto io abbia fatto con lui.

Dal viaggio e dai vari incontri nascono foto, che l’uomo pubblica sul suo profilo Flickr, ma anche disegni creati con il solo ausilio di una penna che Joseph regala a chi incontra durante il percorso.

21 maggio 2013
Fonte:
Lascia un commento