Nel 2016 la capitale ecologica d’Europa, titolo detenuto per il 2014 da Copenhagen e per il 2015 già assegnato a Bristol, sarà Lubiana, in sloveno Ljubljana. Ad annunciarlo durante una cerimonia svoltasi il 24 giugno scorso proprio a Copenhagen è stato Janez Potočnik, Commissario europeo per l’Ambiente:

Come cittadino di Lubiana, è con immenso orgoglio che mi congratulo con la città per i suoi successi in campo ambientale.

Il capoluogo sloveno, popolato da 274 mila abitanti, è riuscito ad aggiudicarsi il titolo sbaragliando altre città europee sostenibili arrivate in finale: Essen, candidata per la Germania, Nijmegen per l’Olanda, Oslo per la Norvegia e Umea per la Svezia.

A impressionare la giuria è stato il piano Vision 2025, un ambizioso programma ambientale messo in campo dall’amministrazione locale che affronta la riduzione dell’impatto su più piani contemporaneamente: dalla mobilità sostenibile alla protezione delle aree verdi, dall’energia pulita all’elettromobilità. Lubiana ha già conseguito un grande risultato: rendere verde il 70% dei suoi acquisti.

Negli ultimi dieci anni, inoltre, la città, destinata ad essere sempre più dominata dalle auto, ha deciso di reagire e di imprimere una svolta alla circolazione urbana, concedendo più spazio ai pedoni e dando priorità alle bici e ai mezzi pubblici per decongestionare il traffico e ridurre l’inquinamento. Dal 2011, il sistema di bike sharing di Lubiana, BicikeLJ, è stato sempre più usato dai cittadini negli spostamenti per un totale di oltre 1,6 milioni di viaggi.

Entro il 2020, Lubiana si prefigge di ridurre la circolazione dei veicoli privati, portandola a un terzo della quota totale di spostamenti. Un altro terzo sarà occupato dalla circolazione sui mezzi pubblici e il restante dal traffico su mezzi non motorizzati.

Lubiana va ad aggiungersi alle 6 città che hanno ricevuto il premio Capitale verde europea dalla sua istituzione, avvenuta nel 2006 per volere di Jüri Ratas, ex sindaco di Tallinn, in Estonia. Le città premiate finora per i loro sforzi di riduzione dell’impronta ambientale sono state Stoccolma, Amburgo, Vitoria-Gasteiz, Nantes, Copenaghen, Bristol e ultima arrivata Lubiana. Al momento nessuna italiana, nonostante la recente candidatura di Reggio Emilia.

26 giugno 2014
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento