Una storia di fedeltà e delicatezza quella del piccolo Louis e della sua proprietaria Victoria Shaw, la donna originaria del nord del Galles è una disabile di 58 anni. I due vivono insieme nella stessa casa attrezzata per facilitare le sue difficoltà fisiche, causate da un’artrite e da un glaucoma che le ha abbassato la vista fino a renderla quasi completamente cieca. Il cagnolino di razzaYorkshire Terrier non è il classico cane addestrato in caso di emergenza, ma è un tenero amico da compagnia che da anni accompagna la donna nella sua quotidianità. Vista la sua disabilità è registrata al servizio sanitario TeleCare, che le ha organizzato la casa con una serie di bottoni da premere in caso di necessità.

Un po’ per gioco un po’ per affetto Victoria ha abituato Louis alla presenza dei bottoni, addestrandolo a premerli in caso di emergenza. Con una serie di premi e ricompense il cagnolino ha così familiarizzato con il sistema di soccorso. Ma la donna non avrebbe mai immaginato che il piccolo potesse davvero fare la differenza in caso di necessità. Il caso ha voluto che mentre uscisse dalla doccia i suoi occhiali si rompessero durante una caduta, facendole battere la schiena. Con la gamba piegata in una posa innaturale e senza gli occhiali Victoria è stata presa dal panico e dal dolore, che le hanno causato uno svenimento.

Preoccupato dalla situazione Louis ha subito compreso la gravità dei fatti e ha iniziato a premere il bottone d’emergenza appoggiato per terra, attivando in automatico la chiamata. Sara Mcloughlin, di TeleCare, si è quindi trovata ad interloquire con il piccolo cane che abbaiava freneticamente cercando di attirare l’attenzione. La donna è accorsa subito presso l’abitazione di Victoria, e dopo aver richiesto l’intervento dei paramedici, ha atteso con Louis che la proprietaria si riprendesse.

Victoria è stata soccorsa e curata, e non le sono state riscontrate fratture o traumi. Lei stessa ha commentato il gesto eroico del suo piccolo amico:

«Non è solo il mio migliore amico e compagno, è la mia anima gemella. Non posso nememno immaginare una vita senza lui, perchè mi è davvero necessario».

16 maggio 2012
Lascia un commento