Non solo marciapiedi e piste ciclabili, nel Regno Unito arrivano anche le corsie per le papere. È la singolare iniziativa nata in alcune città inglesi, tra cui la capitale Londra, ma anche Birmingham e Manchester: una segnaletica stradale dedicata a oche, papere, anatre e qualsiasi altro rappresentante della fauna piumata cittadina. L’idea nasce dal Canal & River Trust, per sensibilizzare passanti e turisti al rispetto degli spazi urbani, anche in relazione agli animali.

Simili alle piste ciclabili disponibili in tutto il mondo, le già ribattezzate “duck lanes” riservano una porzione di strade e viadotti ai pennuti, con un percorso tratteggiato in vernice bianca e l’inconfondibile sagoma di una papera. L’iniziativa, che avrà carattere temporaneo, avrà lo scopo di sensibilizzare sulla cura degli spazi cittadini, nonché sul rispetto di ogni essere vivente in prossimità di canali, stagni e altri specchi d’acqua solitamente gettonati da queste specie. Non solo, l’intento è anche quello di incentivare l’educazione tra passanti e turisti, affinché i percorsi non siano mai d’intralcio ai viaggiatori, siano essi a piedi o in bicicletta. Così spiega Claire Risino, manager dalle campagna, alla testata Quartz:

Non sarebbe possibile dipingere delle corsie per tutti i nostri differenti visitatori, quindi abbiamo deciso di riservarne una alle anatre. Vogliamo che tutti la prendano come un modo per ricordare chi li circonda, per essere cortesi con gli altri passanti e per mantenere i nostri percorsi cittadini dei luoghi lontani dallo stress della vita quotidiana.

Il Canal & River Trust, che si occupa della gestione di oltre 2.000 miglia di alzaie e di percorsi adiacenti ai corsi d’acqua inglesi, ha gestito la campagna tramite il crowdfunding, con il motto “Share the Space, Drop Your Pace”. Come facile intuire, l’iniziativa ha già avuto un ottimo riscontro sui social network, dove è immediatamente diventata virale. Di seguito, un video realizzato dall’agenzia di stampa Ruptly.

25 maggio 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
RT
Via:
Lascia un commento