Spesso ci si incontra, ci si conosce e non è strano che possa nascere un sentimento o un’amicizia forte. A volte un’emozione così grande da trasformarsi in amore. È quello che è accaduto a Maria e Dominic, due anime sole all’interno di un parco. Quale cornice migliore per un incontro, per la nascita di un sentimento. Ci sono tutti gli ingredienti: il lago, le panchine, i fiori, il verde della natura, il tramonto ed il relax del pomeriggio.

E allora può capitare che Dominic, un agente di commercio ormai in pensione, durante una passeggiata all’Echo Park in un sobborgo di Los Angeles incontri Maria e nasca un’amicizia. Nulla di strano e di assurdo, ci sarebbe anche un retroscena poetico, se Maria in realtà non fosse un’oca. Un simpatico esemplare di razza femminile dall’inconfondibile camminata ondeggiante e paciosa.

Tutto è iniziato dieci mesi fa quando Dominic, alle prese con la passeggiata quotidiana, è diventato il punto d’interesse di Maria, una delle oche stanziali del parchetto con lago attiguo. La simpatica pennuta, per nulla intimorita, ha iniziato a seguire l’uomo nel suo girovagare tra il verde. Nonostante non avesse fatto nulla per attirare l’attenzione di Maria, né dandole del cibo o altro, Dominic si è ritrovato al centro dell’attenzione della suddetta.

Da principio, un po’ titubante, ha cercato di mantenere una certa distanza da lei. Ma Maria, per nulla intimorita, ha continuato a seguirlo ogni giorno aspettandolo appositamente sul marciapiede che porta al laghetto. La consuetudine dei gesti ben presto è diventata ritualità quotidiana per entrambi e ora i due camminano tutti i giorni fianco a fianco.

Per quanto assurda possa sembrare, in realtà l’immagine rimanda alla poesia e al sentimento sincero di due esseri viventi. Domenic parla con lei mentre passeggiano e, a modo suo, anche lei conversa e interagisce. L’esclusività di questa amicizia impedisce ad altre oche di avvicinarsi all’uomo, perché Maria stizzita le allontana. E se in sua assenza interagisce con i suoi simili, quando c’è Dominic la giovane oca lo preferisce a tutti. Svolgendo anche il ruolo di improbabile guardia del corpo, in prossimità di cani e uomini.

Tutti i giorni la scena poetica si ripete, e quando arriva il momento del commiato Dominic è costretto a chiedere l’aiuto di qualcuno che impedisca a Maria di seguirlo mentre se ne va in scooter. Ormai tra i due l’empatia è forte, e la poesia si ripete quotidianamente per tutti i fortunati frequentatori del parco.

18 settembre 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento