Lo stress è contagioso secondo un nuovo studio, ecco perché

Lo stress può essere “contagioso” e condizionare lo stato psicologico delle persone che vivono con noi. È il risultato di uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Calgary, che hanno effettuato un’analisi approfondita sugli animali da laboratorio.

Gli scienziati confermano che gli stessi risultati potrebbero verificarsi anche nel caso degli umani. Lo studio ha permesso di scoprire che stare accanto a delle persone sottoposte a stress può provocare delle modifiche nel cervello, proprio come quando si ha un sovraccarico di lavoro.

=> Scopri perché correre è un rimedio anti stress che aiuta la memoria

Anche gli uomini potrebbero comunicare ad altri lo stress provato, senza esserne pienamente coscienti. I ricercatori dell’Università di Calgary hanno studiato gli effetti dello stress in coppie di topi. Hanno tolto da ogni coppia un topo e lo hanno esposto a un leggero stress, prima di rimetterlo in compagnia del partner.

Successivamente hanno esaminato le risposte di alcune cellule specifiche, che controllano la risposta del cervello allo stress. I test hanno rivelato che si sono verificate le stesse alterazioni nel cervello del topo sottoposto a stress e in quello del partner.

=> Leggi sintomi e rimedi dello stress correlato al lavoro

Gli studiosi confermano che i cambiamenti nel cervello associati allo stress possono essere alla base di diverse malattie mentali, come i disturbi d’ansia e la depressione. Non è ancora noto se le emozioni in generale possano apportare delle conseguenze durature per il cervello.

Il team di ricerca ha anche analizzato ulteriormente gli animali da laboratorio, attivando o disattivando i neuroni durante il periodo di stress. Con la disattivazione delle cellule nervose sono stati impediti i cambiamenti nel cervello che comunemente si sarebbero verificati dopo lo stress.

13 marzo 2018
Immagini:
Lascia un commento