La sua proprietaria è costretta a utilizzare un guinzaglio per pappagalli, perché quelli pensati per la sua specie sono troppo grandi e scomodi. E basta un filo d’erba fin troppo cresciuto, per spaventarlo durante una passeggiata al parco. Si caratterizza così la vita di Little Chip, il cane più piccolo del mondo. Un bassotto dal manto nero e cioccolato, poco più grande di una mano.

Non è la prima volta che cani dalla statura incredibilmente piccola fanno la loro apparizione online: si ricorderà di certo la cucciola Beyoncé, così chiamata in onore della canzone “Survivor” delle Destiny’s Child, grande poco meno di una lattina di birra. Ad affiancarle il primato di cane più piccolo del mondo, nelle sezione degli animali adulti, è Little Chip: 900 grammi di peso per 12.7 centimetri d’altezza alle spalle.

L’esemplare è nato da un incrocio tra un Dachshund, ovvero un bassotto a pelo duro, e un Chihuahua. Emma, la sua proprietaria, è un’allevatrice di quadrupedi e aveva pianificato questa cucciolata date le alte richieste di mercato. Nato il cagnolino dalle dimensioni mini, però, non ha potuto separarsene poiché il loro è stato amore a prima vista. Così spiega:

C’erano altri due esemplari nella sua cucciolata, ma mentre loro sono cresciuti, lui è rimasto sempre della stessa altezza. Era così carino, non sono riuscita a venderlo, quindi è rimasto con noi. Va d’accordo con tutti gli altri cani, è molto coraggioso, ama il cibo e giocare con la sua pallina da tennis.

Mancando in stazza, il cane recupera in personalità: è davvero molto socievole, docile e affettuoso sia con gli umani che con gli altri amici a quattro zampe, di cui non è minimamente spaventato. A impaurirlo, invece, sono gli oggetti: un filo d’erba, un soprammobile, anche un cavo elettrico scollegato. Tutto ciò che è inanimato, e lo supera in dimensioni, causa in Little Chip una certa preoccupazione.

Little Chip, cane minuscolo

Little Chip, cane minuscolo via Express

Grande quanto un panino e più basso di un vasetto di sottaceti, Little Chip è la gioia di grandi e piccini: la sua statura è oggetto di attenzioni continue, soprattutto di estranei incuriositi. Non ama però particolarmente camminare, poiché la passeggiata è sempre un gran impegno con quelle cortissime zampette. La proprietaria, oltre che un allevatrice, è solita salvare altri bassotti in difficoltà, a cui poi trova un’abitazione stabile e piena d’amore.

26 settembre 2014
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento