Se siete golosi e amate le caramelle probabilmente avrete mangiato spesso anche dolciumi a base di liquirizia. Dai gelati ai dolcetti, questo alimento piace molto a grandi e piccini e in diversi casi si è pensato che facesse anche bene. Tuttavia recenti ricerche della FDA – Food and Drug Administration hanno rilevato come mangiarne troppa possa causare problemi cardiaci anche gravi, soprattutto se si ha un’età superiore ai 40 anni.

Una quantità di 57 grammi di liquirizia al giorno per due settimane potrebbe quindi essere sufficiente, secondo l’FDA, per un ricovero in ospedale. Questo perché nella liquirizia si trova la glicirrizina, o acido Glicoside, un dolcificante che fa abbassare i livelli di potassio nel nostro sangue e porta di conseguenza alcune persone ad avere sbalzi nei ritmi cardiaci, pressione alta e letargia.

=> Scopri le proprietà curative e antinfiammatorie della liquirizia

Questi problemi si riscontrano, come detto in precedenza, soprattutto nelle persone sopra i 40 anni. Per far tornare tutto nella norma è fortunatamente sufficiente smettere di mangiare liquirizia. In ogni caso è bene fare attenzione quando si consumano prodotti a base di questa radice perchè, anche nei bambini, un’assunzione elevata di glicirrizina potrebbe essere dannosa.

=> Leggi ricetta e proprietà della tisana liquirizia, menta e ortica

La dose corretta è così quella di massimo due caramelle piccole di liquirizia al giorno e, preferibilmente, il consumo non dovrebbe essere continuativo. Nel mercato poi, cercando bene, si trovano anche caramelle senza glicirrizina e quindi, se siete dei golosi di liquirizia e non potete proprio farne a meno, con questi prodotti potrete andare sul sicuro e mangiare quanta liquirizia volete.

3 novembre 2017
Immagini:
Lascia un commento