Sarà capitato di certo a molti di non ritrovare la propria valigia al termine di un viaggio aereo, con l’immediata trasformazione della vacanza in un vero e proprio incubo. Mentre vestiti e oggetti si possono ricomprare, per quanto vi sia comunque un attaccamento emotivo, così non è per un animale domestico. È quello che è successo negli Stati Uniti, dove una compagnia aerea ha smarrito il cane di un passeggero.

Il tutto è accaduto lo scorso 31 ottobre, così come svelato dalle indagini della CNN. Frank Romano, il proprietario del cane, si è dovuto trasferire per qualche settimana da Los Angeles a Tampa, in Florida. Legatissimo al suo amico a quattro zampe, ha deciso di portarlo con sé in questa trasferta: comprato un apposito biglietto aereo e procurato l’adeguato trasportino per il caricamento a bordo, il giovane non avrebbe mai potuto immaginare l’esito di una procedura normalmente di routine. Poco dopo l’atterraggio del volo Delta Airlines, ha ricevuto comunicazione dello smarrimento del cane.

Secondo le ricostruzioni della linea aerea, pare che il cane sia riuscito autonomamente a fuggire dal trasportino, forse masticandone la grata. Tuttavia, questa motivazione non ha convinto il proprietario, poiché in un primo momento è parso che l’animale fosse comunque arrivato a Tampa, mentre oggi si indaga non sia invece rimasto a Los Angeles.

Ty, questo il nome dell’esemplare di 6 anni, è stato adottato lo scorso anno da un rifugio di North Hollywood. Eppure il giovane spiega come sia l’animale, in realtà, ad aver salvato il suo proprietario: diventato “una pillola per l’ansia”, il cane avrebbe aiutato l’uomo a ritrovare la sua strada, dopo diverso tempo passato tra un motel all’altro in mancanza di un’abitazione fissa. Dato il forte legame, il giovane è ora distrutto per la perdita, sebbene la speranza di ritrovare l’animale è tutt’altro che perduta. Il quadrupede è infatti dotato di microchip, un fatto che potrebbe di certo agevolare il ritrovamento.

La compagnia aerea ha rimborsato il volo all’uomo, quindi ha pubblicamente fatto ammenda per l’accaduto:

Delta comprende come gli animali domestici siano membri importanti della famiglia e rimpiange questo sia accaduto mentre il cane era sotto la propria custodia.

La società ha infine offerto il proprio supporto logistico per la ricerca dell’animale, tra cui anche una campagna di volantinaggio avviata nei due aeroporti coinvolti.

12 novembre 2014
Fonte:
CNN
Lascia un commento