La zona di Thetford, nei pressi dell’inglese Norfolk, potrebbe vedere un incremento di presenze nelle foreste e zone verdi della contea. Il Regno Unito vuole lanciare un progetto di rewilding, reinserendo in natura un numero elevato di linci, da distribuire in tre particolari e capienti zone green. Un’idea ambiziosa che l’associazione Lynx UK Trust sta studiando da tempo, cercando di coinvolgere contadini e proprietari terrieri interessati alla novità. L’idea è quella di reintrodurre in natura un animale estinto nel Regno Unito da più di 1.300 anni. Gli esemplari da osservare e accompagnare verso le zone verdi di Thetford saranno in media dai 4 ai 6, tutti appartenenti alla sottospecie europea o euroasiatica.

Le linci saranno dotate di collare GPS così da poter essere monitorate costantemente. Secondo Paul O’Donoghue dell’associazione, la zona di Thetford è stata scelta per il suo habitat e la suo offerta. Ma presto anche la contea a Nord-Ovest di Cumbria e quella scozzese dello Aberdeenshire verranno inserite nel programma. La scelta è caduta appositamente su queste aree verdi per l’alta concentrazione di cervi e una presenza umana piuttosto bassa. I proprietari terrieri sembrano piuttosto interessati all’iniziativa e per questo, a breve, l’associazione avvierà incontri pubblici e consultazioni dal vivo così da testate fisicamente il polso della situazione. Appena si saranno conclusi i confronti e in modo positivo, la Lynx UK Trust chiederà alla Natural England la licenza ufficiale per liberare le linci all’aperto. Paul O’Donoghue avrebbe così commentato:

Il pericolo per gli allevamenti è molto basso, quindi nullo per i residenti. Le linci risiederebbero nella zona settentrionale e non c’è mai stato un attacco verso l’uomo.

La lince stessa difficilmente caccia il bestiame d’allevamento se in presenza di qualche allevatore, dal quale rifugge velocemente. Solitamente predilige la carne di cervo, animale il cui numero è cresciuto a dismisura e che l’ingresso in natura del felino dovrebbe aiutare a contenere. È un animale carnivoro dello stesso formato di un cane, con grossi artigli per arrampicarsi sugli alberi, che caccia solitamente i cervi, occasionalmente lepri e molto raramente pecore. La sua introduzione in natura avrebbe comunque allarmato le associazione in difesa degli agricoltori e molti assessori locali, preoccupati dalla presenza di un animale selvatico in una zona comunque utilizzata anche se sporadicamente dall’uomo.

10 marzo 2015
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento