Lilly è una giovanissima capretta pigmeo che deve la sua vita alla tenacia e alla speranza della sua proprietaria, la quarantatreenne inglese Rebecca Mineards, di Wellingborough nel Northamptonshire. Nata il 22 gennaio, la piccolina ha subito mostrato chiari problemi di salute tanto da sfiorare la morte: viste le sue condizioni piuttosto gravi è stata velocemente condotta dal veterinario. Dopo una serie di cure a base di steroidi è stata ospitata presso la casa della proprietaria, che ne ha seguito la fase riabilitativa nutrendola personalmente. Accolta anche dal marito e dalla figlia, la mini capretta è stata cullata tra le braccia, acciambellata sul divano.

La convivenza serrata con i quattro cani di casa ha modificato nella piccola la consapevolezza di se stessa, fino a farle crede di essere parte integrante del branco casalingo. La capretta si comporta come un piccolo cagnolino domestico e segue gli altri esemplari imitandone gesta e movimenti, ma senza farsi sopraffare o dominare. Il suo animo da piccola combattente emerge di sovente, tanto da ribellarsi con mini testate ben serrate. Nonostante l’indole combattiva, i quattro cani hanno subito accolto Lilly, accudendola e aiutandola come una figlia. Cercando di soccorrerla nei momenti più critici, fino a sorreggerla sul divano durante la malattia.

Il marito di Rebecca ha vietato a Lilly l’ingresso in camera, per questo motivo la donna dorme da tempo sul divano con la piccola. La capretta non riesce a separarsi da lei, che considera come se fosse sua madre naturale. Ma la proprietaria è decisa a ricongiungerla con il suo habitat naturale: appena Lilly avrà riconquistato le forze, la farà rincontrare con sua madre naturale Blossom e il fratellino gemello Dexter. Rebecca Mineards è certa che sia la soluzione migliore per il benessere della capretta, per la sua salute e la sua indole personale. Per il momento la piccola scorrazza per casa indossando un pannolino per infanti, seguendo la proprietaria come un’ombra e svagandosi con i cani di casa.

25 febbraio 2015
Fonte:
Lascia un commento