Si chiama Lil’ Bunny Sue Roux ed è un’adorabile gattina che può vantare un vasto seguito su Instagram, per la sua bellezza e per la sua incredibile forza d’animo. La micina, nata senza le due zampe anteriori, è comunque molto autonoma e indipendente. Ma anche se ora la sua è una vita appare tranquilla e serena, un tempo è stata complicata e piena di rifiuti. A partire dal sua primo proprietario che la consegnò a un rifugio a causa del suo handicap fisico. Ma il personale della struttura preferì non relegare la piccola in un angolo, bensì garantirle una seconda possibilità. Così le sue informazioni e tutti i suoi dati vennero consegnati al Maple Small Animal Clinic di New Orleans, dove lavora Jackie Akey come tecnico di laboratorio.

Per la donna è stato subito colpo di fulmine e l’immagine di Lill’ Bunny, giunta via mail, l’ha da subito colpita al cuore per la sua bellezza. E così Jackie e suo marito Curtis si sono rapidamente interessati alla piccola gatta avviando le pratiche per l’adozione, favorendo un ingresso casalingo sereno e graduale. La piccola è stata presentata ufficialmente a Panda, il coniglio di famiglia, con cui spartisce la particolare camminata a saltelli. Lill’ Bunny ha imparato a fare della sua disabilità la sua più grande forza, muovendosi sulle zampe posteriori come un piccolo incrocio tra un canguro e un coniglietto. Un T-Rex miagolante molto amato dalla coppia.

Grazie al profilo di Instagram la gattina sta ottenendo molto seguito e successo, tanto che la famiglia è spesso ospite di interviste e programmi TV. La sua è una vita tranquilla, serena, piena di amore e attenzioni, come mostrano le foto, e nulla le sembra precluso. Di certo la sua storia potrebbe indicare la via, una soluzione, per chi considera gli animali con disabilità un problema. Dimenticando le mille potenzialità di un cane o un gatto con handicap, spesso in grado di gestirsi in modo autonomo e indipendente.

22 giugno 2015
I vostri commenti
AnTonella, amante dei gatti, anche disabili, lunedì 22 giugno 2015 alle23:45 ha scritto: rispondi »

Sono lo stesso, creature di Dio, da amare ancora di più. Grazie x aver pubblicate le foto!

Lascia un commento