È noto sin da tempi antichissimi, dato il suo ricco profilo alimentare, ma negli ultimi tempi ha trovato nuovo vigore per la dieta umana. Il lievito nutrizionale, noto anche come lievito alimentare, si caratterizza per il suo grande apporto di proteine, vitamine, antiossidanti e sali minerali. Il nome non deve confondere, però, poiché questo lievito non viene impiegato per la panificazione o per la preparazione di prodotti da formo, ma è direttamente consumato. Quali sono le sue proprietà e, soprattutto, i benefici?

=> Scopri il lievito di birra


Dal sapore intenso, e non molto dissimile al formaggio, il lievito nutrizionale è forse il primo scoperto e consumato dall’uomo. Oggi, oltre che per le proprietà nutritive, è scelto anche come sostituto di altri ingredienti di derivazione animale, ad esempio all’interno della dieta vegana. Di seguito, qualche indicazione:

Lievito nutrizionale: storia e proprietà

Il Saccharomyces cerevisiae, conosciuto anche come lievito nutrizionale, è un organismo unicellulare osmofilo appartenente ai funghi. Viene impiegato nell’alimentazione umana sin da tempi antichissimi, sia consumato direttamente che per la preparazione di birra e altri derivati, nonché è l’organismo più noto per la comune fermentazione. Oggi il lievito alimentare si ricava proprio dal lievito di birra: tramite l’immersione in una soluzione di glucosio, il composto perde la sua capacità di fermentazione. Di conseguenza, non può essere impiegato agli scopi di panificazione, bensì per il consumo come integratore alimentare o ingrediente sostitutivo nelle ricette. Può essere disponibile in polvere, ma anche e soprattutto in grosse scaglie solide.

=> Scopri come usare il lievito madre


Le proprietà di questo lievito sono molto interessanti per l’alimentazione umana, poiché ingrediente completo ed equilibrato dal punto di vista dei nutrienti apportati. Per 2-3 cucchiai di prodotto, quindi tra i 40 e i 50 grammi di peso, si contano 60-70 calorie, di cui 9 grammi di proteine, 5 di carboidrati e grassi del tutto trascurabili. Decisamente abbondante è l’apporto di micronutrienti e sali minerali: abbandona di vitamine del gruppo B, infatti, ma anche di selenio, potassio, acido glutammico, acido folico, aminoacidi essenziali e fibre. Questo profilo nutrizionale ne esplica anche gli effetti sull’organismo, spiegati nel prossimo paragrafo, dal benessere dell’apparato intestinale fino al rinvigorimento di pelle e capelli, passando per molti altri effetti positivi.

Benefici

Così come già accennato, il lievito nutrizionale può garantire ottimi benefici all’organismo. Le vitamine del gruppo B, ad esempio, supportano numerosi processi cellulari, anche contrastando i danni dell’invecchiamento e dei radicali liberi, nonché garantiscono il buon funzionamento di organi e muscoli. Alcune varianti del lievito vengono inoltre addizionate di vitamina B12, qualora il ritrovato venisse impiegato in diete che ne fossero carenti.

=> Scopri il lievito di birra per i capelli


L’elevato contenuto in fibre permette di aiutare le normali funzioni dell’apparato digerente, in particolare a livello d’intestino: può contribuire a regolarne il transito, contrastando sia stipsi che diarrea, nonché può rappresentare un integratore molto utile nei casi di malassorbimento, dopo aver ovviamente vagliato il parere del medico.

La grande quantità apportata di glutatione, un antiossidante naturale, esplica gli effetti del lievito nutrizionale su pelle, unghie e capelli: il ritrovato, infatti, può rendere la chioma più resistente e ridurre gli effetti del tempo, con un’azione rinforzante. Questa peculiarità si manifesta soprattutto a livello cellulare, con il contrasto dell’azione dei radicali liberi, i primi responsabili dei problemi legati all’invecchiamento. I betaglucani del lievito, invece, possono risultare d’aiuto nel rafforzamento del sistema immunitario, mentre l’acido glutammico stimola il buon funzionamento dei processi cellulari.

24 aprile 2017
I vostri commenti
ANNA, mercoledì 26 aprile 2017 alle15:43 ha scritto: rispondi »

Mi risulta che il lievito di birra venga usato anche per la panificazione. Infatti io lo compro dal mio panettiere a peso e lo prendo tutte le mattina a digiuno-

Lascia un commento