LIDL sceglie la certificazione No OGM per il proprio latte distribuito in Germania a marchio Milbona. Rappresenta una novità di particolare interesse nel mondo delle produzioni di generi alimentari, con il gigante della distribuzione che sembrerebbe volere assumere un ruolo di primo piano sul tema.

Ai consumatori tedeschi LIDL assicurerà l’assenza di OGM nei mangimi somministrati agli animali da latte attraverso il marchio OG (hne Gentechnik). La certificazione verrà effettuata dal Ministero per l’Alimentazione e l’Agricoltura della Germania.

Un percorso quello verso la certificazione No OGM seguito alla forte domanda dei consumatori nei confronti di prodotti privi di “interventi” biotecnologici.

Una decisione che non inciderà, spiega l’azienda, sul prezzo finale del latte Milbona, che resterà invariato. I maggiori costi sostenuti dagli allevatori per l’acquisto di soia “OGM free” sono stati compensati dalla stessa LIDL.

A partire da settembre, annuncia la catena d’origine tedesca, anche i formaggi a marchio LIDL verrà distribuito con la certificazione No OGM. Una risposta, secondo alcuni, nei confronti di coloro che sostengono l’impossibilità di eliminare gli organismi geneticamente modificati dai mangimi animali.

25 luglio 2016
In questa pagina si parla di:
OGM
Lascia un commento