L’IBM prevede dal 2020 solo auto elettriche

L’Institute for Business Value è una divisione di IBM, che si occupa di portare avanti studi in grado di individuare le tendenze e le linee di sviluppo di determinati mercati industriali, o strategie aziendali. Facendo previsioni, l’Istituto è in grado di offrire alle sue aziende clienti linee strategiche di sviluppo su cui puntare per la futura produzione.

Automotive 2020 Global Study è l’ultimo arrivato tra gli studi dell’Istituto dell’IBM, e si occupa nello specifico di analizzare le linee di sviluppo del mercato dell’automobile. Lo studio ha coinvolto paesi industrializzati e in via di sviluppo, attraverso un elevato numero di interviste ad esponenti delle aziende dei motori.

Incrociando progressi fatti in materia di ricerca e sviluppo ai quattro angoli del pianeta, le strategie delle case automobilistiche, e le misurazioni della percezione dell’andamento della domanda degli automobilisti, lo studio cerca di delineare quello che sarà nel futuro prossimo (2020) il mondo delle automobili.

Il risultato, per la sua entità, risulta quasi sorprendente: dal 2020 tutta la produzione sarà dedicata a macchine elettriche o ibride. Vista la rarità odierna di questi prodotti, anche in paesi tecnologicamente più avanzati del nostro, sembra più una notizia shock che una tendenza verosimile.

Eppure i dati parlano chiaro. Da una parte la trasformazione degli acquirenti, non più sensibili esclusivamente a un prodotto bello, potente e confortevole, ma anche in cerca di risparmio economico, sicurezza e sostenibilità ambientale.

Dall’altra la crisi dei combustibili fossili, che farà crollare la percentuale di questa tipologia di veicoli in circolazione dal 95 per cento di oggi al 65 per cento del 2020. Insieme, dal lato produttori, ad una ricerca molto avviata sullo sviluppo della tecnologia delle batterie al litio, che già oggi vede scendere i prezzi e salire le prestazioni, in termini di durata e tempo di vita.

A confermare le conclusioni del rapporto sembrano essere i saloni automobilistici internazionali, come quello recente d Parigi, che hanno visto tutte le grandi case “sfidarsi” a colpi di auto elettriche, con dei prototipi, come la B0 (si legge Bi Zero) di Pininfarina (in foto) o la Smart “ED”, già potenzialmente commercializzabili.

31 ottobre 2008
In questa pagina si parla di:
ibm
I vostri commenti
Luigi samaritani, venerdì 1 febbraio 2013 alle17:52 ha scritto: rispondi »

auto di tutti i colori tranne nero auto elettrica 4 posti avanti e 4 dietro stabilità elevata.volante f1 automatico 360 gradi super-clima 8 air-bags navigatore satellitare psp portatile inclusa con 1000 videogames kmh 100 se no è pericoloso.!!!pulsante turbo a 200kmhaltro pulsante max 300kmh.x emergenze.!!!

Fabio, martedì 26 maggio 2009 alle13:34 ha scritto: rispondi »

La tecnologia "coreana" dell'induzione magnetica è ben conosciuta, il problema è l'efficienza davvero scarsissima. Secondo me per lo scopo che indichi sarebbe ben più interessante questa: http://www.meetup.com/grillibologna/it/messages/boards/thread/3567183/670#14712928 mentre per i mezzi pubblici una linea filobus resta ottima

Alessandro, martedì 26 maggio 2009 alle10:54 ha scritto: rispondi »

Ciao! La notizia sembra incredibile e forse non sarà proprio così ( infatti la Germania prevede "solo" un 10% ( ! ) di auto elettriche per il 2020 ) ma penso che ci vada molto vicino. Infatti avevo letto questo articolo della fine del 2007 su Repubblica: http://www.repubblica.it/2007/12/motori/motori-dicembre-2007/motori-pininfarina-bollore/motori-pininfarina-bollore.html Anche questo sembra incredibile ma... è vero!!! In Corea del Sud invece hanno sperimentato delle strisce da mettere lungo le strade per ricaricare l'auto mentre viaggia, come un tram, ma senza pericoli di scosse. ( Diavoli di coreani! ) http://it.reuters.com/article/internetNews/idITMIE54G03I20090517 Il futuro è elettrizzante!

dorylinux, venerdì 31 ottobre 2008 alle15:17 ha scritto: rispondi »

...Woow.... "ci sono anc'io" (Preso da "Matrix Reloaded") Confermo la tendenza, nel 2010 dovrò sostituire vettura, quella che sarà: > elettrica 100/100 > con 300 km di autonomia > velocità minima 120 km > con pannelli fotovoltaici sul tetto/cofano e gel/microfilm fotovoltaico* sui vetri sarà le "prescelta". *link informativi: > http://www.ecoblog.it/post/6803/gel-fotovoltaico-da-mettere-nei-vetri-delle-finestre > http://www.genitronsviluppo.com/2008/10/22/film-solare-sottile-al-silicio-signet-solar-avvia-la-produzione-in-germania-insieme-ad-applied-materials-obiettivo-abbattere-i-costi-dei-nuovi-moduli-fotovoltaici-in-film-sottile/ ps: risparmio qualche tira&molla sulla questione "elettrico? si ma tanto viene comunque dalle centrai a carbone/petrolio/nucleare, e allora l'inquinamento è solo spostato..." risposta > http://www.onegreentech.it/23/10/2008/nascera-la-nuova-energy-clean-farm-in-sardegna/#comment-83 ps2: sono in contatto con "la220" per la fornitura di energia elettrica

Lascia un commento