Belle, eleganti e raffinate: le libellule ondeggiano con leggiadria sopra la superficie di stagni e fiumi. La loro fisicità permette di volare in modo deciso, rapido e sicuro. Sono insetti ovipari e, visto il loro habitat, l’accoppiamento avviene in acqua. Le uova vengono deposte in volo e fatte cadere negli acquitrini, oppure accanto ai fusti delle piante. Ma, per difendere questo momento importante o la fase di gestazione, le libellule hanno escogitato uno stratagemma davvero singolare, una strategia per salvarle da vicinanze indesiderate. Semplicemente, per allontanare attenzioni troppo insistenti, si fingono morte.

Questa tecnica è prassi consolidata per la specie dragone alpino – l’Aeshna juncea – che, pur di scacciare l’interesse indesiderato dei maschi, preferisce fingere un decesso.

=> Scopri gli insetti più carini


Questi esemplari non solo recitano la parte ma, per rendere il tutto più reale, cadono a terra con un volo improvviso, per simulare una morte istantanea. A scoprire questa pratica è stato il biologo Rassim Khelifa, in forze all’università di Zurigo. Il ricercatore, intento a osservare l’evoluzione delle larve sulle Alpi svizzere, si è imbattuto nella strategia di difesa tutta al femminile.

=> Scopri il cane che si finge morto


Lo studioso ha potuto ammirare la pratica: il volo, con relativa caduta a terra, della femmina di libellula. Un’esecuzione che si è protratta nel tempo fino all’allontanamento definitivo del maschio. L’esperto ha così potuto documentare ben ventisette tentativi di difesa su trentuno femmine presenti, con una riuscita finale effettiva per ventuno degli esemplari. Questa metodologia è un’arma davvero importante per le femmine che, come anticipato, sono impegnate a difendere la fase di gestazione. Ma anche quella importante legata dalla deposizione delle uova, periodo che le vede sole, senza il supporto di un compagno. Un singolo accoppiamento potrebbe fertilizzare tutte le uova presenti oppure danneggiare il tratto riproduttivo. Il biologo, tuttavia, è convinto che questi insetti mettano in atto lo stratagemma anche all’interno delle coppie consolidate, evitando approcci troppo irruenti dei compagni.

4 maggio 2017
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento