Fare sport all’aria aperta migliora la salute dei bambini

Fare attività fisica è importante, ma è ancora meglio farla immersi nella natura e la conferma arriva dal mondo scientifico. Uno studio condotto dal Dipartimento di Scienze Applicate e Salute dell’Università di Coventry conferma infatti che l’esercizio fisico effettuato in sinergia con degli stimoli visivi provenienti dall’ambiente naturale ha maggiori ricadute positive, su alcune funzioni vitali, rispetto allo stesso esercizio completato in un ambiente più asettico.

L’esperimento effettuato dagli scienziati ha visto protagonisti dei ragazzi di età compresa tra 9 e 10 anni, ai quali è stato chiesto di effettuare una moderata attività ciclistica per 15 minuti. Durante l’esercizio, a un gruppo di bambini è stato proposto un filmato in cui si visualizzava una foresta con lo scorrimento delle immagini sincronizzato con la velocità della pedalata, cercando in questo modo di simulare una classica sgambata in sella in mezzo agli alberi, mentre l’altro gruppo ha completato l’attività senza alcuno stimolo visivo.

Le osservazioni effettuate su tutti soggetti dopo il completamento dell’attività fisica hanno messo in evidenza che la pressione sanguigna dei bambini ai quali era stato proposto lo stimolo visivo di un ambiente naturale era più bassa rispetto a quella registrata sugli altri coetanei, portando gli studiosi alla conclusione che l’esercizio motorio ha maggiori effetti positivi sulla salute se effettuato all’aria aperta.

Al centro dell’attenzione non è solo la questione relativa alla pressione post-attività fisica, ma c’è il problema dell’ipertensione, un fattore di rischio per molte patologie cardiovascolari, come spiegato dal capo della ricerca, il dottor Michael Duncan:

L’ipertensione è un problema di salute cronico in tutto il mondo, per questo motivo, visti i risultati che abbiamo osservato nel nostro studio, è fondamentale che noi continuiamo a cercare di capire il ruolo che l’attività fisica e, in particolare, l’esercizio “verde”, giocano nella pressione sanguigna.

La correlazione tra attività fisica all’aperto e riduzione della pressione del sangue appare in effetti evidente, tanto che gli scienziati ipotizzano di suggerire a medici e operatori sanitari di prescrivere l’esercizio in un ambiente naturale come sistema per ridurre i pericoli per la salute derivanti dall’ipertensione, anche e soprattutto nei soggetti più piccoli troppo spesso abituati ad una vita sedentaria e al chiuso di un edificio.

8 aprile 2014
Fonte:
Lascia un commento