Si chiama Leopardo Nebuloso, ma scientificamente è noto come Neofelis nebulosa ed è un felino dal mantello molto particolare. Diffuso nel sud-est asiatico, l’animale possiede una pelliccia marrone chiara con screziature rossicce, ma a caratterizzarlo sono le macchie che lo identificano. Dalla forma irregolare con contorni scuri, somigliano a ellissi anomale, tanto che gli studiosi vi individuano le sagome delle nuvole. Questa caratteristica determina il nome del felino. La conformazione fisica lo inserisce nel gruppo dei più piccoli della famiglia dei felini, con un peso variabile tra i 15 e i 23 chilogrammi e un altezza massima di un metro. Nonostante possieda una dentatura enorme simile alla tigre si ciba prevalentemente di animali che vivono sugli alberi, che riesce a cacciare grazie alla sua agilità.

Possiede zampe corte, agili, piante larghe, artigli tenaci e una coda lunga quasi quanto il corpo, una combinazione di fattori che gli garantisce equilibrio e movenze rapide. Sugli alberi si sposata con una facilità simile a quella con cui gli scoiattoli di muovono di ramo in ramo, infatti può arrampicarsi in salita e anche in discesa. Può appendersi a testa in giù utilizzando la coda come elemento di equilibrio. Predilige ambienti particolari come le foreste tropicali e subtropicali, ma si può spingere anche verso le zone paludose oppure le altitudini fino a 2.000 metri. L’osservazione di questi animali è legata agli esemplari in cattività, in natura è solito nascondersi all’occhio umano e le notizie sulle sue abitudini sono incomplete.

=> Guarda il leopardo che fa le fusa


Il Leopardo Nebuloso e l’estinzione

La presenza sul territorio del sud-est asiatico si è lentamente diradata e in alcune zone, come Taiwan, è stato dichiarato estinto. Non si conosce bene la sua struttura sociale ma gli studiosi tendono a credere sia un animale solitario, che si riproduce in età giovane partorendo dai due ai quattro cuccioli. Vista la sua indole riservata è complesso stabilire il numero di esemplari presenti in natura, con una stima di massima pari alle diecimila unità. Per questo il Leopardo Nebuloso è stato inserito nella lista degli animali in via di estinzione, problematica incentivata anche dalla distruzione del suo habitat naturale ma anche dalla sua uccisione per la vendita della sua pelliccia. Senza dimenticare il contrabbando di alcune sue parti fisiche, molto ambite e utilizzate nella medicina tradizionale cinese.

=> Scopri come il bracconaggio minaccia le tigri

L’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura ha inserito l’animale in Lista Rossa ovvero tra le specie più delicate a rischio estinzione. La CITES, la Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione, lo classifica in Appendice I, ovvero tutte quelle specie il cui commercio internazionale è vietato. In USA rientra tra le specie protette dall’Endangered Species Act che vieta la vendita dell’animale o di alcune sue parti, e nei territori dove vive ne è vietata la caccia. Eppure gli esemplari di Leopardo Nebuloso continuano a diminuire e l’animale è costantemente abbattuto, oppure venduto come esemplare da compagnia per privati e clienti accondiscendenti. Questa problematica investe anche gli animali allevati in cattività che spesso risultano altamente stressati da una vita di reclusione. L’interesse verso questo felino e la sua commercializzazione illegale sta aumentando rapidamente, ed è una conseguenza diretta della prossima estinzione delle tigri.

4 ottobre 2016
Lascia un commento