Brutta avventura per Aru e Aketi, due leoni ospitati allo zoo di Berlino: i maestosi felini sarebbero stati infatti avvelenati da un passante non ancora identificato. I due animali sono in gravi condizioni, sebbene probabilmente non in pericolo di vita, mentre non si capiscono le motivazioni di questo scellerato gesto.

A darne notizia è il Daily Mail, riportando uno scenario davvero inquietante: da 5 giorni i due leoni, un maschio e una femmina, secernono di continuo bava e schiuma dalle fauci e si rifiutano di mangiare e di bere. I veterinari dello zoo parlano di un avvelenamento con conseguenti forti coliche, anche se il veleno in questione non è ancora stato identificato. L’unico motivazione della contaminazione pare essere l’azione di un visitatore, che avrebbe gettato nella gabbia degli animali alimenti opportunamente modificati.

Si dovrà attendere qualche giorno prima di ricevere gli esami tossicologici sul sangue dei due felini, nel frattempo si sono messe in atto tutte le procedure di assistenza e mantenimento affinché i due leoni non passino a miglior vita. Sono state condotte indagini anche sul cibo normalmente servito all’interno dello zoo, ma nessuna traccia di sostanza pericolosa è stata rilevata. La causa deve essere perciò esterna e, così, la probabilità che il tutto sia opera di un folle di passaggio diventa sempre più probabile.

Ma quali sono le motivazioni alla base di un’azione così insensata, per uno zoo che esiste da 168 anni e vede passare più di 3 milioni di persone ogni 12 mesi? Di certo non può essere opera di un animalista contrario alla cattività di questi animali, perché nessun amante dei felini li avvelenerebbe per manifestare il proprio dissenso. Il caso, perciò, rimane ancora un mistero.

7 agosto 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento