Fresco di Oscar, il primo e tanto atteso della sua lunga e prolifica carriera, Leonardo DiCaprio rinnova il suo spirito ambientalista. L’attore, da tempo impegnato in numerosi progetti per la salvaguardia del Pianeta e degli animali, nelle ultime ore ha voluto parlare del problema della deforestazione in Asia dovuta alla produzione di olio di palma. Il tutto tramite un aggiornamento sui propri social network, per richiedere maggiore attenzione a livello globale per la sorte di molte specie, anche in via d’estinzione.

L’attore si trova in questi giorni nei pressi di Sumatra, dove da tempo la convivenza tra specie animali e uomo è diventata sempre più problematica, per via della produzione dell’olio di palma. Per realizzare nuove piantagioni di questo prodotto, molto richiesto dall’industria alimentare dell’intero Pianeta per la sua economicità nonché versatilità d’utilizzo, si starebbero infatti distruggendo gli habitat naturali di molti animali. Le foreste autoctone sarebbero quotidianamente vittime di incendi dolosi, mentre i grandi pachidermi verrebbero sovente avvelenati, affinché non si avvicinino alle piantagioni. Una situazione che starebbe minacciando la sopravvivenza di orangotango ed elefanti, nonché di molti altri animali autoctoni, come il caratteristico rinoceronte di Sumatra.

La questione, tuttavia, non sembra destinata a una rapida soluzione nel breve periodo, poiché l’Indonesia è uno dei paesi dalla più alta produzione mondiale di olio di palma, un settore che ha permesso un veloce sviluppo economico della nazione. Così ha spiegato DiCaprio, in merito alla sopravvivenza dei primati:

Mentre le foreste dell’Indonesia continuano a essere distrutte per soddisfare la domanda di olio di palma, l’orangotango di Sumatra è sempre più spinto sull’orlo dell’estinzione. Presso il centro di quarantena del Sumatran Orangutan Conservation Programme (SOCP), gli orangotango recuperati seguono una riabilitazione affinché possano essere nuovamente rilasciati in natura.

Qualche giorno prima, l’attore ha invece spiegato i pericoli quotidiani a cui sarebbero sottoposti gli elefanti:

Le foreste pluviali dell’Indonesia sono considerate il miglior habitat rimanente sulla terra per gli elefanti di Sumatra, una specie in via d’estinzione. In queste foreste, gli antichi percorsi migratori sono tutt’oggi utilizzati dai rimanenti branchi d’elefanti. Ma l’espansione delle piantagioni di olio di palma sta frammentando le foreste, eliminando i corridoi migratori, rendendo più difficile alle famiglie di elefanti trovare fonti adeguate di cibo e di acqua.

DiCaprio ha quindi richiesto che i governi mondiali si mobilitino per trovare soluzioni più adeguate per la produzione dell’olio di palma, con coltivazioni sostenibili e nel pieno rispetto degli habitat degli animali tipici dell’Indonesia.

1 aprile 2016
Lascia un commento